Salute

Dieci ottimi motivi per smettere di mangiarsi le unghie

Ci sono almeno dieci cosa che chi soffre di questo disturbo deve sapere prima di rimettersi un dito in bocca

Dieci ottimi motivi per smettere di mangiarsi le unghie

Si chiama onicofagia cronica, si legge impulso irrefrenabile di mordicchiarsi le unghie. Un disturbo di cui sono in molti a soffrire senza sapere realmente che cosa comporta. Il rosicchiamento continuo può portare infatti alla perdita definitiva delle unghie e al danneggiamento del letto ungueale.

Ecco 10 buoni motivi per smettere:

1. Igiene I: La punta delle dita è abitata da funghi e batteri. Uno di questi è lo Staphlococcus aureus, che può generare infezioni della pelle, bolle sulla lingua ed escrescenze

2. Bocca: Rosicchiare le unghie può portare a contrarre malattie trasmissibile per via orale

3. Denti I: Rosicchiare le unghie provoca danni ai nostri denti. In alcuni casi mangiare le unghie ha causato fratture dei denti o addirittura perdita e problemi alla mascella

4. Gengive: L'onicofagia può causare danni alle gengive. Alcuni frammenti di unghie potrebbero finire all'interno delle gengive, causando gonfiore e infezioni

5. Infezioni: La presenza dello Staphylococcus aureus, che si insinua nelle piccole ferite aperte della pelle intorno alle unghie, può portare alla formazione di pus sulla punta delle dita

6. Denti II: Chi mangia le unghie sarebbe più portato a sviluppare il digrignamento notturno

7. Alito: Chi mangia le unghie è più soggetto ad avere l'alitosi, favorita dalla proliferazione in bocca dei batteri

8. Denti III: Mangiare le unghie, per chi possiede un apparecchio per i denti, non solo rischia di spezzare i denti, ma può causare il riassorbimento della radice nei denti sottoposti a trattamento ortodontico

9. Igiene II: Studi hanno dimostrato che chi mangia le unghie rischia di incubare nella propria bocca batteri come l' Escherichia coli, registrando anche la presenza di diarrea e vomito

10. Veleno: Un esperimento ha dimostrato che, dopo 3 giorni dall'applicazione, i batteri si sono moltiplicati nei soggetti che avevano lo smalto alle unghie. Inoltre, molti smalti contengono formaldeide (qualcosa di simile alla sostanza che viene usata per imbalsamare i cadaveri), quindi attenzione se mettete le unghie in bocca

Commenti