Come dormire bene d'estate senza aria condizionata

L'estate è la stagione in cui, complice soprattutto il caldo, non si riesce a dormire in maniera adeguata e si ricorre all'aria condizionata; ma bastano alcuni semplici accorgimenti per star bene anche senza

Dormire bene e svegliarsi al mattino riposati è l'obiettivo principale da questo momento in poi, per tutta l'estate. Il caldo è oramai arrivato, anche se non in tutta Italia, e con esso i problemi che ne susseguono. Soprattutto di notte, con il sonno che tarda ad arrivare, l'aria condizionata sembra essere l'unico rimedio. Però non tutti ce l'hanno a disposizione o, pur avendola, sono contrari al suo utilizzo, complice anche l'incidenza non proprio minima sulla bolletta. Esistono, però, dei rimedi utili per dormire bene, anche senza aria condizionata, come quelli proposti dal sito Insider. Ecco quali sono:

1) Sostituire i normali cuscini con quelli in schiuma. A tal proposito la National Sleep Foundation ha specificato che bisogna adottare misure per ridurre il calore del proprio corpo per poter dormire meglio. E, dunque, per far ciò bisogna mantenere fresco il collo e lo si può fare utilizzando un cuscino in schiuma.

2) Lenzuola in tessuto leggero e fresco. Si può fare a meno dell'aria condizionata utilizzando anche lenzuola leggere, realizzate in tessuto traspirante, che danno la sensazione di freschezza sulla pelle. Per lo scopo possono andar bene anche quelle in lino o misto lino.

3) Tenere sempre l'acqua a portata di mano. Quando il corpo è disidratato non si riesce a regolare la temperatura del corpo. Per questo motivo occorre bere per rilasciare il calore accumulato dal corpo. Dunque, come riportato su Insider, il consiglio è quello di avere vicino al letto una bottiglia di acqua fredda, meglio se in una brocca in modo da poterla mantenere fredda aggiungendo del ghiaccio.

4) Utilizzo di un ventilatore. Questa può essere una valida alternativa per chi non volesse o potesse utilizzare l'aria condizionata. L'aspetto legato al ventilatore riguarda il suo migliore posizionamento nella stanza. Come consiglia Alan Henry del New York Times, si può posizionare il ventilatore davanti a una coppa piena di ghiaccio. Man mano che il ghiaccio si scioglie, il ventilatore distribuisce il vapore acqueo prodotto producendo così un'aria fresca che può senza dubbio procurare beneficio. Altro cosiglio sul posizionamento dell'aeratore proviene da Lifehacker che consiglia di portarlo vicino la finestra ma indirizzato verso l'esterno, in modo tale da portare l'aria calda fuori dalla camera da letto. Questo perché la notte la temperatura esterna cala e quindi l'aria calda espulsa viene sostituita da quella più fresca. Se si dispone di una seconda finestra, la si può lasciare aperta e così si aumenta l'efficacia del ricambio.

5) Smettere di utilizzare le lampadine a incandescenza e scollegare gli apparecchi elettronici inutili. Questo consiglio proviene da Good Housekeeping che spiega come le lampadine a incandescenza trasmettano molto calore ed è meglio sostituirle con quelle a Led o fluorescenti. Infine, l'ultimo accorgimento è quello di scollegare tutti gli apparecchi elettronici che non servono perché anche essi contribuiscono a surriscaldare l'ambiente.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Cicaladorata

Gio, 18/06/2020 - 10:38

A qualsiasi tessuto, sostituire il LENZUOLO SOTTO con un lenzuolo di SPUGNA che assorbe il calore ed il sudore del corpo e lo regolarizza. (nei supermercati, x il momento sono tessuti sottovalutati.)