Meningite, scatta l'allarme in Toscana: ventisette casi nell'ultimo anno

Due morti negli ultimi giorni in Toscana per meningite: la Toscana offre le vaccinazioni gratuite

Meningite, scatta l'allarme in Toscana: ventisette casi nell'ultimo anno

Sono stati due i casi di morte per meningite in Toscana negli ultimi giorni e scatta l'allarme in tutta la regione. Secondo le statistiche, infatti, nel 2016 sono stati 27 i pazienti della Toscana che hanno avuto la malattia, tutte per il ceppo C da meningococco con 7 morti totali.

Nel 2015 si sono verificati in Toscana 31 casi di meningite, 7 morti per aver contratto il ceppo C e una per il ceppo B. Sono state 717.457 le vaccinazioni , in particolar modo per il ceppo C da meningococco contro il quale la Toscana ha iniziato a offrire vaccinazioni gratuite a tutti.

La meningite è un processo infiammatorio in cui sono coinvolte le meningi, le membrane che rivestono il sistema nervoso centrale con funzioni protettive nei confronti di encefalo e midollo spinale. La meningite di tipo batterico è la più pericolosa e può avere conseguenze permanenti se non addirittura la morte.

La meningite può essere infettiva e, proprio a questo proposito, il periodo di incubazione inizia non appena l'agente infettivo si diffonde nel sangue e raggiunge le meningi. La vaccinazione, in Italia disponibile contro Haemophilus influenzae di tipo b, pneumococco, meningococco C, meningococco ACWY e meningococco B, è fondamentale, visti soprattutto i due recenti casi di Firenze e Livorno.

Commenti