Risparmio: quali cibi riciclare

Riciclare e riutilizzare: due elementi importanti per il benessere del Pianeta e la sua salvaguardia, in funzione di un futuro maggiormente rispettoso

Per rispettare l'ambiente e garantire la sua salvaguardia, potrebbe aiutare un consumo più attento dei cibi che privilegi le proposte stagionali, con scelte meditate e misurate così da evitare inutili sprechi. Piccoli accorgimenti che possono migliorare il quotidiano ma anche la salute del Pianeta, a partire dai concetti di riciclo e riutilizzo, in modo da conferire una nuova vita ad oggetti, avanzi e alimenti. Uno stile di vita sicuramente più sano e attento che possa contrastare abitudini sdoganate da tempo, ma del tutto dannose per la salute della Terra e dell'uomo stesso.

  • Avanzi: se la verdura è da giorni in frigorifero, perdendo smalto e tonicità, perché non trasformarla in un ottimo pesto con l'aggiunta di pinoli, aglio, menta e formaggio? Se avanza del riso cotto o della carne, trasformateli in un piatto etnico a base di curry oppure in golose polpette di riso, aggiungendo vardure e pane grattugiato;
  • Buccia: perfetta per la compostiera in giardino ma anche per creare patatine croccanti. Un esempio è la buccia delle patate da lavare, infornarne con spezie e olio oppure da far saltare in padella per un prodotto davvero saporito;
  • Frutta: se avanza meglio trasformarla in un dolce sano e goloso, basta tagliarla a strisce o pezzetti quindi caramellarla, oppure ricoprirla con cioccolato fondente fuso o con dello yogurt, da congelare e trasformare in un sano gelato. E, perché no, con gli avanzi si possono realizzare smoothie incredibili da completare con zenzero fresco grattugiato e menta tritata;
  • Pesce: avete preparato del pesce al forno o grigliato ma qualcosa è avanzato? Nessuna paura, per conservarlo basta congerlaro e utilizzarlo al momento del bisogno trasformandolo in un saporito sugo per la spaghettata di mezzanotte, con l'aggiunta di pomodorini freschi e aglio, oppure come farcitura per tartine e ravioli fatti in casa;
  • Latte: per gli amanti del latte e dello yogurt a rischio scadenza, nulla di più efficace che una trasformazione in frullati saporiti con l'aggiunta di mandorle, cioccolato o frutta avanzata. Un'idea perfetta per la merenda dei più piccoli o per uno snack post allenamento;
  • Polpette e spiedini: è la parola magica sinonimo di avanzi e recupero, non solo di carne e pesce ma anche di verdure magari ormai pronte per la pattumiera. Meglio salvare le parti ancora sane mescolandole con pecorino, parmigiano, uova, sale, timo e menta, rotolandole nel pane grattugiato per poi infornarle a 175 gradi, oppure trasformandole in sfiziosi spiedini da grigliare;
  • Insalata: magari di riso, orzo o cereali da mixare con verdure avanzate, oppure la più classica con verdure e pollo lessato. Un piatto semplice da completare con spezie, olio d'oliva e qualche pezzetto di frutta fresca;
  • Marmellata, torte e creme: se la frutta è quasi pronta per l'immondizia, salvate le parti commestibili e trasfomatele in confetture casalinghe, sane e veloci da preparare oppure in torte leggere per la colazione. Anche gli avanzi di verdura, carne e formaggi possono trovare nuova vita come creme spalmabili o patè per un aperitivo casalingo, basta frullare singolarmente gli elementi impreziosendone il sapore con olio e spezie, così da farcire crostini e fette di pane tostato;
  • Hamburger: con gli avanzi di carne o pesce si possono ottenere succulenti timballi, polpette ma anche deliziosi hamburger; basta tritare il tutto mescolando con spezie, erbe aromatiche, olio, formaggio e verdure così da cuocere sulla piastra in modo leggero;
  • Lasagne anti spreco: un classico contro lo spreco che si ottiene riciclando avanzi di pasta o riso impreziositi con formaggio e un goccio di besciamella, l'ideale per recuperare i resti di una cena infornando il tutto, servendo caldo e croccante.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.