Caldo e spossatezza? Combattiamoli a tavola

Prediligere alcuni alimenti ed eliminare certe bevande, sono i primi passi per combattere il senso di stanchezza causato dalle alte temperature

Spossatezza estiva: si può combattere partendo dalla tavola

Senso di spossatezza, pressione bassa, difficoltà nella concentrazione e voglia continua di stare a riposo. Sono queste le sensazioni che in estate accompagnano molte persone a causa delle alte temperature. Con l’arrivo del calore è come se all’improvviso ci si sentisse privati di quella forza e di quelle energie che ci caratterizzano.

Perché accade tutto ciò? Il motivo è presto detto. Tra i fattori che determinano questo malessere vi è in primis la vasodilatazione. Il caldo ha l’effetto di dilatare le arterie e i vasi sanguigni facendo scendere la pressione. Ma anche l’eccessiva sudorazione, con conseguente perdita di sali minerali e sodio, contribuisce ad accentuare questo effetto. Ed allora cosa fare? Per conservare nel miglior modo le energie occorre mettere in pratica dei semplici accorgimenti. Alcuni di questi iniziano proprio dalla tavola.

Il benessere inizia dalla tavola

Bere tanta acqua è uno dei consigli più frequenti e facili da seguire. Tranne che per poche persone, è anche un gesto di cui si sente fortemente l’esigenza. Proseguire il piano di difesa con alcuni cibi piuttosto che con altri, permette di fare la differenza. Gli alimenti che non devono mai mancare nei pasti sono certamente quelli a base di vitamine, minerali, potassio, ferro, calcio, fosforo e sodio.

Via libera alle insalate, alla frutta, ai frullati, allo yogurt, al pesce,alla pasta fredda. La carne si, ma preferibilmente ai ferri. Altro consiglio è quello di non abbuffarsi a tavola. Meglio fermarsi prima di avvertire la sensazione di sazietà. Pasti dosati ma frequenti ( circa 5 al giorno) sono quelli che permettono di non appesantire la digestione evitando la sensazione di spossatezza.

Gli alimenti alleati contro il caldo

Tra gli alimenti da prediligere a tavola, il primo posto è riservato sicuramente alla verdura. Meglio se cruda e di stagione perché contiene tanta acqua, vitamine e sali minerali. Inoltre, consumata in questo modo, sazia senza appesantire. Nel reparto ortofrutta, per un’insalata che contiene un mix di energia, è meglio quindi comprare lattuga, pomodori, cetrioli, cocomero, zucchine, ravanelli, carote.

Per quanto concerne la frutta di stagione, c’è pure una vasta possibilità di scelta: anguria, pesche, fragole, uva e albicocche. Se non si ha tempo di consumare la frutta a tavola si può optare per gustosi centrifugati da portare dietro. Per quanto riguarda la pasta, l'opzione giusta è fredda e con condimenti leggeri. Tra i secondi, il pesce è preferibile alla carne perché si digerisce prima.

Cosa bere per contrastare la spossatezza

Come già detto, l’acqua non deve mai mancare. Gli esperti consigliano di berne almeno un litro e mezzo al giorno, leggermente fresca, non fredda. Tra le bevande da evitare ci sono invece quelle gassate e piene di zuccheri. Responsabili della sudorazione e della disidratazione, vanno esclusi anche gli alcolici. Difficile ma non impossibile, è opportuno rinunciare a qualche tazza in più di caffè. Aumenta la vasocostrizione e la disidratazione.