Yoga facciale, i rituali per una pelle giovane e tonica

Lo yoga per il viso è una pratica perfetta per combattere rughe, inestetismi e rendere la cute più fresca, tonica e giovane. Gli esercizi riattivano la circolazione e l'ossigenazione della pelle, per un viso più luminoso.

Yoga facciale, i rituali per una pelle giovane e tonica

Yoga facciale, una nuova frontiera del fitness e del beauty che da tempo ha catturato l'attenzione di molte celebrities, pronte ad abbandonare botox e chirurgia estetica per lo yoga del viso, con evidenti benefici per la tonicità e l'elasticità della pelle stessa. Non si tratta di un rituale magico e neppure di una promessa non mantenuta: lo yoga facciale consiste in una serie di esercizi mirati, in grado di rilassare la cure tonificando al contempo i muscoli.

L'esercizio prevede una serie di espressioni del volto, di movimenti utili a contrastare il cedimento della pelle fino a prevenire o ritardare le rughe d'espressione. Nonostante un marcato scetticismo da parte dei chirurghi estetici e degli esperti di dermatologia, questo particolare yoga è riuscito a catturare l'attenzione, guadagnandosi una nutrita schiera di sostenitori. Esistono infatti gruppi coesi di fan della pratica, certi dei benefici evidenti dati dallo yoga facciale, in grado di spianare le rughe di espressione e rilassare quelle parti del viso che sottoponiamo a forti stress dati dalla tensione.

Yoga facciale, di cosa si tratta

Quando si cita lo yoga facciale, in realtà, si parla di una serie di movimenti e pressioni del viso utili a rallentare l'invecchiamento. Nonostante stia spopolando da qualche tempo, il Facial Yoga è una combinazione perfetta tra yoga e trattamenti estetici per il viso. Se lo yoga e il fitness si prendono cura del corpo e dei suoi muscoli, rendendoli forti e solidi, il viso sembra escluso da questa prospettiva se non dal punto di vista estetico. Ed ecco che entra un campo il Facial Yoga (chiamato anche Face Yoga), perfetto per distendere la pelle e per allenare il viso, non solo rilassando le rughe ma rivitalizzando anche la circolazione sottocutanea.

L'effetto è notevole per quello che in realtà è un semplice allenamento dei muscoli della faccia, in grado di scolpirli e sollevando la cute illuminandola al contempo. Il segreto è la costanza: quindici minuti ogni giorno aiutano la pelle a rimanere giovane e a tenere in allenamento i 36 muscoli che compongono il volto. Una vera e propria guerra all'avanzare del tempo e senza l'aiuto del botox, ma con innegabili benefici che solo da poco hanno trovato conferma negli esperti di settore. Nonostante la pratica non sia recente non è chiara la provenienza, vista l'attribuzione a più ideatori che hanno portato avanti tecniche differenti anche se simili.

Le origini dello Face Yoga e i benefici

Come abbiamo scoperto, non esiste un'origine comune della pratica riconducibile a un solo ideatore, ma più correnti con pratiche ed esercizi sviluppati in modo simile, con una provenienza temporale legata agli anni '70, anche se le primissime esplorazioni pare siano attribuibili alla figura del chirurgo tedesco Reinhold Benz. Il medico creò, tra gli anni '30 e gli anni '50, una serie di esercizi mirati per il viso e li fece praticare dalla sua compagna. Il Facial Yoga, secondo gli esperti di settore, attingerebbe in parte dallo Hatha Yoga che si basa sulla capacità di dominare l'energia cosmica. Una pratica a disposizione del viso stesso, con il supporto di movimenti in grado di rallentare gli effetti della gravità.

Allenare i muscoli della faccia ne permette un buon sviluppo, così da ridurre le perdite naturali di volume, rassodare la pelle e migliorare la circolazione sanguigna e linfatica, eliminando le tossine per un incarnato più luminoso, più teso e meno cadente. A differenza della classica ginnastica facciale, il Facial Yoga permette di sfruttare la respirazione tipica dello yoga combinando specifiche contrazioni del viso con relativo mantenimento della posa assunta, perfetto per allenare e meditare in contemporanea. Ovvero, è una pratica isometrica data dalla contrazione dei muscoli del viso stesso al ritmo della respirazione, in grado di garantire benessere anche per l'umore.

Yoga Facciale, gli esercizi per il benessere della pelle

Ecco alcuni esercizi da praticare quotidianamente, magari al mattino prima della colazione, così da affrontare la giornata con il giusto mood.

  • Appoggiate gli indici sotto l'arcata delle sopracciglia e, contemporaneamente, le falangi dei pollici proprio sotto gli occhi. Spingete in alto e in basso con le dita in posizione mentre chiudete contemporaneamente le palpebre, così da effettuare una forte resistenza.
  • Appoggiate tre dita per parte sotto l'arcata sopraccigliare, mantenendo la posizione. Mentre lo sguardo è fisso davanti a voi cercate di usare i muscoli della fronte per abbassare le dita, una sorta di lotta tra fronte e dita mantenendo la posizione per circa dieci secondi, respirando dal naso e buttando fuori l'aria dalla bocca. A pochi secondi dalla fine cercate di aumentare la tensione chiudendo gli occhi. Dopo una pausa è possibile ripetere il tutto.
  • Nascondendo i denti con le labbra, create una forma a "O" con la bocca, inspirando dal naso e buttando fuori l'aria dalla stessa bocca. Proseguite estendendo la posa in un sorriso, sempre con le labbra a coprire i denti. Ripetete per circa sei volte. Mantenendo la posa, appoggiate un dito sul mento muovendo la mascella in alto e in basso, reclinando la testa indietro e ripetendo due volte.
  • Per contrastare le meglio note zampe di gallina posizionate i polpastrelli dei pollici agli angoli degli occhi, con la testa ferma premete i pollici verso gli occhi sbattendo contemporaneamente le palpebre. Dopo pochi secondi rilassate la parte e ripetete per altre tre o quattro volte.
  • Appoggiate le dita delle due mani al centro della fronte, con i palmi paralleli ma sollevati rispetto alla fronte stessa. Spostate le dita verso i lati ,effettuando una leggera pressione. Ripetete più volte come per spianare le rughe presenti rassodando al contempo la pelle.
  • Sgranate gli occhi esponendo più sclera possibile, assumendo una classica espressione di stupore ma fino a lacrimare e solo per pochi attimi. Riposate e ripetete. Si hanno effetti positivi per le rughe della fronte e del contorno occhi.
  • Inspirate a pieni polmoni trattenendo l'aria nella bocca, spingendola da guancia a guancia per poi rilasciare. Un toccasana per la tonicità delle guance e per rimpolparle.