Sangalli confermato alla guida di Confcommercio

Carlo Sangalli rieletto per acclamazione dall'assemblea nazionale: guiderà Confcommercio-Imprese per l'Italia, anche nel quinquennio 2010-2015. Il ministro Scajola: "Una riconferma preziosa per il sistema Italia"

Sangalli confermato alla guida di Confcommercio

Roma - L'assemblea di Confcommercio ha rieletto, per acclamazione, Carlo Sangalli alla guida della grande confederazione del commercio, del turismo e del terziario per il quinquennio 2010-2015. Nella sua relazione, Sangalli ha illustrato le linee guida dell'azione di Confcommercio-Imprese per l'Italia, che passano per la necessità di un forte impegno per la crescita del Paese e delle imprese e nel ruolo dell'economia dei servizi come motore degli incrementi di produttività dell'economia italiana.

E due sono le vie indicate da Sangalli per accelerare e irrobustire i timidi segnali di ripresa: la riforma del sistema fiscale ed una compiuta politica per i servizi che si affianchi alla politica industriale. Quanto agli obiettivi di crescita di Confcommercio, Sangalli ha indicato la rappresentanza generale ma non generica delle imprese italiane, a partire dalle imprese del commercio, del turismo, dei servizi, dei trasporti e della logistica. Per questo la Confederazione, che con il nuovo Statuto aveva già assunto la nuova denominazione e cambiato il logo, renderà ancora più moderna la sua architettura organizzativa. L'Assemblea confederale ha inoltre eletto i nuovi componenti della giunta, del consiglio, del collegio dei probiviri e del collegio sindacale.

Scajola: "Riconferma preziosa" "Una riconferma preziosa per il sistema Italia". Così Claudio Scajola, ministro dello Sviluppo economico, commenta in una nota la riconferma di Carlo Sangalli alla guida della Confcommercio Imprese per l'Italia. "In questo momento ancora delicato per il Paese - aggiunge Scajola - il rinnovo del suo mandato al vertice della maggiore organizzazione italiana del commercio è un rilevante e rassicurante punto di riferimento non solo per la categoria, ma per tutto il Sistema. L'equilibrio, la professionalità, la competenza e l'esperienza dimostrate in questi anni da Sangalli sono infatti doti essenziali e rilevanti per assicurare gli elementi necessari al mondo del commercio non solo per superare la contingenza attuale ma, soprattutto, per affrontare le sfide che abbiamo dinnanzi e meglio gestire e valorizzare la fase di ripresa, di cui già cominciamo ad avvertire i segnali".

Commenti