Scala, posti per tutti i loggionisti all'inaugurazione del festival MiTo

Alcuni sponsor del festival hanno rinunciato ai biglietti loro assegnati per accontentare i melomani che non potevano più contare sulla seconda galleria a causa della bonifica dell'amianto

Melomani accontentati. I loggionisti della Scala avranno tutti un posto a sedere durante il festival MiTo. Alcuni sponsor del festival che domani aprirà la stagione milanese della rassegna condivisa con Torino, hanno fatto un passo indietro rinunciando ad alcune poltroncine messe a diposizione per loro e le hanno cedute volentieri a quei loggionisti che si erano trovati spiazzati dalla chiusura a sorpresa della seconda galleria del Teatro per i lavori di bonifica dell'amianto. Il gesto di generosità è stato comunicato dagli organizzatori di MiTo, Francesco Micheli e Francesca Colombo. "Siamo riusciti a far accomodare tutti - ha annunciato soddisfatto Micheli, presidente di MiTo - Grazie alla rinuncia intelligente di alcuni posti da parte di alcuni nostri sponsor e alla collaborazione della Scala, siamo riusciti ad accontentare tutti. Gli spettatori della seconda galleria che avevano già acquistato il loro biglietto avranno un posto a sedere, migliore di quello che avevano comperato. Inoltre avranno uno sconto speciale del 20 per cento sull'acquisto di altri biglietti". E così domani sera alla Scala nessun melomane si perderà il concerto dell'orchestra Filarmonica di san Pietroburgo diretta da Yuri Temirkanov con musiche di Prokpf'ev in programma alle 21.
Lunedì scorso Comune e teatro alla Scala avevano annunciato che per permettere la rimozione delle particelle di amianto nella seconda galleria i posti a disposizione dei loggionisti si sarebbero "ristretti" per tutto il mese di ottobre (275 posti in meno). La bonifica, che avrebbe dovuto svolgersi in una settimana, in agosto, a teatro chiuso è slittata perchè la Asl aveva richiesto un ulteriore sopralluogo. Ora, con il teatro in piena attività, i lavori si possono eseguire soltanto la notte per questo proseguiranno fino al 31 ottobre. Ma i loggionisti sono stati accontentati lo stesso. .

Commenti

Grazie per il tuo commento