Scherzo alla Zanzara: un imitatore di Bossi beffa Bini Smaghi

A "La Zanzara" di Radio24 la vittima questa volta è Lorenzo Bini Smaghi. David Parenzo si finge il leader della lega e lo fa parlare di dimissioni dalla Bce

Scherzo alla Zanzara: un imitatore di Bossi beffa Bini Smaghi

Milano - Lui non fa scherzi e dal board della Bce non intende andarsene. Ma lo scherzo e la festa per il momento gliela hanno fatta quelli de "La Zanzara" di Radio24. David Parenzo nei panni di un finto Bossi ha telefonato a Lorenzo Bini Smaghi.

La telefonata comincia con la voce di una fantomatica segretaria di Umberto Bossi che chiede a Bini Smaghi se può passargli il ministro. Bini Smaghi risponde senza problemi e attende in linea Umberto Bossi, pensando che sia quello vero. Così il membro della Bce attende qualche secondo al telefono sulle note del "Va Pensiero", l'inno padano, fino a quando non parla Umberto Bossi.

Durante la telefonata un ignaro Bini Smaghi conversa tranquillamente con il finto Bossi e si parla soprattutto delle sue eventuali dimissioni dalla Bce dopo le proteste dei francesi per avere anche loro un membro nel board dopo la nomina di Mario Draghi a govenatore della Banca centrale. Bini Samghi alle richieste di Bossi su cosa intendesse faredella sua carica alla Bce, ha risposto così: "Andare pubblicamente in televisione a chiedere una cosa che poi rende difficile la soluzione... Perché se uno chiede le dimissioni di una persona che in teoria deve andare fino a fine mandato poi gli rende difficile poterlo fare, queste cose vanno fatte in modo discreto... comunque penso che alla fine il presidente Berlusconi troverà una soluzione". Quindi a quanto pare Bini Samghi ancora non ha deciso di lasciare la Bce e si spera che la soluzione si trovi presto, altrimenti qualcuno inizerà a chiamarlo per il suo attaccamento alla poltrona: Fini-Smaghi

 

Commenti