La sfida del Papa «british»

La sfida di Benedetto XVI è il tema dell'incontro organizzato dal Centro Culturale Newman di Rapallo nella storica piazza antistante l'Oratorio dei Bianchi. Relatore Andrea Tornielli, vaticanista de «il Giornale». Al tavolo insieme a lui siedono Giorgio Bavestrello, presidente del Centro Newman e Mentore Campodonico, sindaco di Rapallo. Il vaticanista ha tratteggiato magistero e personalità del Pontefice bavarese: «Credo che la sfida di Benedetto XVI consista nel cercare di insegnare alla Chiesa, di mostrare alla Chiesa - ha affermato Tornielli - ciò che è essenziale. In questi primi quattro anni con il suo insegnamento ma anche con i suoi esempi, la celebrazione liturgica, la scelta dei viaggi, i gesti che ha compiuto voglia mostrare la necessità di una conversione a Cristo, per cui un primato assoluto di Gesù Cristo e della sua verità, questo facendo passare in secondo piano anche il protagonismo dello stesso Pontefice che non a caso ha scelto che anche i grandi gesti e le grandi kermesse giovanili da lui presiedute si concludano sempre con l'Adorazione Eucaristica perché al centro non ci sia il Papa, ma ci sia Gesù».
In passato Joseph Ratzinger è stato presentato come un personaggio duro ed intransigente: «Il panzerkardinal non è mai esistito. Più che tedesco, Joseph Ratzinger è molto british» ha precisato il relatore, ricordando il suo primo incontro con l'allora cardinale bavarese all'aeroporto di Venezia, nel 1992. Joseph Ratzinger, Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, il più importante dicastero vaticano, era in fila al check-in, con in mano il bagaglio e i biglietti, insieme agli altri passeggeri, senza alcuna scorta.
La serata è stata l'occasione per soffermarsi sull'ultimo libro di Andrea Tornielli: Paolo VI, l'audacia di un Papa (Mondatori, collana Le Scie, pp. 728, Euro 28,00). «Una figura un po' schiacciata tra il suo predecessore il Beato Giovanni XXIII e il secondo successore Giovanni Paolo II° - ha detto l'autore - Però Paolo VI ha tracciato lo spartito poi suonato Papa Wojtyla». È stato poi annunciato che la città di Rapallo, il 19 settembre, dedicherà una targa a Monsignor Luigi Giussani, l'iniziatore di Comunione e Liberazione. Teleradiopace, emittente della Diocesi di Chiavari, nella rubrica Noi Chiesa in onda il 7 agosto alle 21,10 trasmetterà un'ampia intervista a Tornielli sul tema della serata.

Commenti