Società

Palermo, la manifestazione "salva reddito" è un flop

A Palermo cento persone sono scese in piazza per protestare contro l'abolizione del reddito, prevista per l'inizio del 2024: ecco cosa hanno detto

Palermo, la manifestazione "salva reddito di cittadinanza" è un flop

Si è svolta questa mattina lungo alcune delle vie principali di Palermo una manifestazione organizzata da alcuni percettori del reddito di cittadinanza. Non è la prima volta che i percettori del reddito grillino scendono in piazza per protestare contro l’abolizione del sussidio voluto da Giuseppe Conte. Il corteo pacifico si è rivelato essere un vero e proprio fiasco. Sugli oltre 64mila percettori che abitano a Palermo, se ne sono presentati poco più di 100. Hanno partecipato anche alcuni studenti delle scuole superiori del capoluogo, alcuni ragazzi universitari e gli indipendentisti di Trinacria.

“Non toglieteci il reddito o finiremo in mezzo alla strada - urla uno degli organizzatori - oppure dateci un lavoro dignitoso”. La manifestazione è stata scortata dalla polizia e dai carabinieri durante tutto l'itinerario.

In pochi si presentano in piazza

Alle nove di mattina i 100 percettori sono partiti dal castello della Zisa, per poi attraversare in un paio di ore via Lascaris e via Imera, in direzione del palazzo della Regione.

“Vergogna - urlano i percettori a gran voce con i megafoni - il reddito non va toccato, anzi va ampliato a più categorie e ulteriormente migliorato”.

Le persone in prima linea tenevano un lungo striscione, dove campeggiava la frase “Lavoro immediato o il reddito non si tocca”, scritta con una vernice rossa. Per tutta la manifestazione, studenti e percettori hanno sventola le bandiere della Sicilia. Diversi percettori hanno lamentato il fatto che in quasi 24 mesi, nessuno abbia proposto loro un lavoro dignitoso, c’è anche però chi, davanti alle videocamere non si vergogna di dire che ha rinunciato a uno stipendio di 1800 euro.

"Continueremo a lottare per il reddito"

I percettori erano già scesi in piazza a protestare lo scorso novembre, ma le proteste non sembrano finire qui. Anche in quell’occasione l’affluenza fu minima, si presentarono poco più di 300 persone, gran parte erano studenti liceali o universitari. I seguaci del reddito grillino promettono altre manifestazioni a Palermo, contro il Governo Meloni e contro la decisione di togliere il reddito, prevista per i primi mesi del 2024.

Sempre più manifestazioni in Italia

In tutta Italia negli ultimi mesi, decine di migliaia di persone hanno manifestando contro l'abolizione del reddito. L'affluenza è maggiore nel mezzogiorno, dove si concentrano il 75% dei percettori. Napoli è la città con più persone che fruiscono del reddito - ha gli stessi percettori di tutta la Lombardia -, la seconda è Palermo.

Commenti