Fra spazio e oceani per superare i limiti

La linea Archive Series s'ispira a modelli iconici di valore storico

Fabrizio Rinversi

È naturale che Bulova, azienda fondata nel 1875 da Joseph Bulova in quel di New York, includa, nell'ambito del suo catalogo, una linea denominata Archive Series. In effetti, a partire dall'Accutron del 1960, passando per il cronografo che equipaggiò il comandante della missione NASA «Apollo 15», David Scott nel 1971 e per il Bullhead Chronograph del 1970, e concludendo con il movimento al quarzo Precisionist (le oscillazioni arrivano alla straordinaria frequenza di 262 kHz, con lancetta dei secondi a movimento continuo), la Casa statunitense di background ne ha da vendere. Ciò nonostante l'Archive Series, in cui alcuni dei modelli più iconici del marchio sono arricchiti con dettagli moderni, è stata introdotta solo nel 2016, con il Lunar Pilot Chronograph, ispirato dal suindicato esemplare impiegato sull'«Apollo 15»; poi, l'anno scorso, ecco il Chronograph C, soprannominato «stelle e strisce», sempre celebrativo dei primi anni dell'esplorazione americana dello spazio. Nel 2018, è la volta dell'Oceanographer, originariamente progettato per le immersioni profonde e dotato di una ghiera unidirezionale bicolore, lanciato nel 1972 e modellato sui segnatempo impermeabili forniti per anni da Bulova all'esercito degli Stati Uniti: dichiarando la sua resistenza all'acqua sul quadrante, come «666 piedi» piuttosto che «200 m», questo orologio si è guadagnato il soprannome memorabile di «Devil Diver».

La versione contemporanea dell'Oceanographer, in acciaio da 40 mm di diametro, proposta in serie limitata a 666 pezzi numerati in foto -, impiegherà un movimento automatico, solotempo e day-date, calibro Sellita SW 220 (28.800 alternanze/ora, 38 ore di riserva di carica); la lunetta bianca (ad evidenziare i 15 minuti, range temporale fondamentale in immersione) e nera, incornicia un quadrante commemorativo color arancio brillante, protetto da vetro zaffiro. È previsto anche un secondo modello Oceanographer, automatico (calibro Miyota, 21.600 alternanze/ora e 40 ore di riserva di carica), da 44 mm e medesima impermeabilità, con lunetta nera/rossa e quadrante nero con data e modifiche su grafica/iscrizioni.

Commenti

Grazie per il tuo commento