Il 45% degli inglesi sta con Harry e Meghan

In queste ore Harry e Meghan stanno facendo tremare Buckingham Palace con la loro ribellione, ma il popolo inglese è dalla loro parte

L’uragano Harry e Meghan si è abbattuto sulla Gran Bretagna, facendo tremare il palazzo reale, i suoi abitanti, la Corona e tutti i gioielli gelosamente conservati nella Torre di Londra. Ironia a parte la faccenda è piuttosto seria a causa di tutte le implicazioni politiche e legislative che comporta. La ribellione di Harry e Meghan ha diviso il popolo inglese e tutti i fans della royal family sparsi nel mondo. Come spesso accade in questi casi il web è diventato il megafono attraverso il quale diffondere e difendere opinioni favorevoli e contrarie.

Per alcuni i duchi di Sussex sono degli incoscienti, dei ragazzini viziati che amano far parlare di sé, per altri la loro decisione è giusta e segnerebbe uno spartiacque nella storia dei Windsor. I sudditi inglesi sono naturalmente i più coinvolti in tutta questa spinosissima faccenda e la loro idea è molto interessante. Royal Central riporta i risultati di un sondaggio condotto da YouGov secondo il quale il 45% degli inglesi appoggia il desiderio di indipendenza di Harry e Meghan e solo il 26% di quanti hanno risposto si è dichiarato contrario.

Questo dato, però, non deve indurre in errore. Il 63% degli intervistati, cioè i 2/3, ritiene che i Sussex non debbano ricevere più i fondi provenienti dal Ducato di Cornovaglia amministrato dal principe Carlo, contro un 13% a favore. La questione del Ducato non è da sottovalutare. Secondo Newsweek il 95% delle entrate di Harry e Meghan arriva proprio da quel territorio e pare che i duchi non vogliano rinunciarvi. Farebbero a meno, invece, del 5% di introiti provenienti dal Crown Estate. Tuttavia il loro desiderio dovrà essere soppesato dal principe di Galles, il quale avrebbe già minacciato di tagliare i fondi al figlio e alla nuora.

Il 49% del popolo inglese è certo che il terremoto Sussex non danneggerà seriamente la monarchia, mentre un 32% stima che vi saranno gravi ripercussioni. Royal Central rivela anche un altro dato importante. A quanto pare i sostenitori della Brexit sarebbero stati più inclini a votare contro le scelte di Harry e Meghan rispetto a quelli che vorrebbero rimanere nell’Unione Europea. Forse la parte pro Brexit mira a mantenere una continuità nelle tradizioni e nelle istituzioni inglesi, mentre spera di recidere il “cordone ombelicale” con l’Europa in modo da ripristinare uno “splendido isolamento” in chiave contemporanea. Il dato andrebbe analizzato sotto diverse prospettive.

In linea teorica i sudditi non hanno nulla contro la volontà di Harry e Meghan di vivere una vita più riservata (benché su questo potremmo discutere, data la visibilità e l’influenza dei personaggi) e tra due continenti. Non sembrerebbero neppure troppo scandalizzati dalla rinuncia di Harry alla posizione di membro senior nella royal family. Ciò che preme agli inglesi è la questione del denaro e i numeri del sondaggio ce lo dicono chiaramente. In un certo senso è come se i contribuenti stessero dicendo a Harry e Meghan: “Vivete pure la vita che volete, ma non a nostre spese”.

I duchi non sono certo degli sprovveduti, magari hanno sbagliato i tempi e i modi, ma dovrebbero avere un disegno ben chiaro del loro futuro. Neppure noi siamo ingenui e ci parrebbe strano se questo polverone fosse stato sollevato senza un minimo di calcolo a priori. Molti utenti del web hanno rimproverato alla coppia anche una eccessiva ambizione. Forse è prematuro esprimerci su questo. Potremmo provare a sospendere il giudizio e ad attendere con la giusta dose di curiosità le mosse future dei ribelli Harry e Meghan.