Adriana Volpe: "Ecco perché ho denunciato Magalli"

In un'intervista al Corriere la conduttrice - che torna a Ogni Mattina in versione rinnovata - ha parlato della sua rinascita al Grande Fratello senza dimenticare però il passato e la "guerra" con il collega che ha denunciato

Una nuova sfida attende Adriana Volpe che, dal 18 gennaio, fa ritorno su TV8 con la versione rinnovata di Ogni Mattina. La conduttrice torna in video da sola e al Corriere della Sera ha raccontato con entusiasmo i progetti futuri senza però dimenticare il passato. Inevitabile non tirare in ballo Giancarlo Magalli con il quale, ha confessato lei, ha un conto in sospeso in tribunale.

"La mia vita è cambiata con il Grande Fratello Vip: lì ho capito che sapevo fare una tv senza copione, essendo me stessa, raccontando le cose come le volevo raccontare e non come altri avevano scritto per me", ha svelato Adriana Volpe nell'intervista. L'esperienza al reality di Canale 5 ha rappresentato uno spartiacque nella sua esperienza televisiva. Dall'allontanamento dalla Rai al periodo di inattività fino al rilancio nel gameshow di Alfonso Signorini, che gli ha regalato un'offerta di lavoro irrinunciabile su Sky, la conduzione del programma Ogni Mattina.

La trasmissione, dopo la pausa natalizia, torna in onda nella versione rinnovata che vede la Volpe conduttrice unica (Alessio Viola passa in prima serata) e lei non può essere più felice: "Sarò un cavallo pazzo: considero questa conduzione in solitaria un vero trampolino oltre che una grande sfida, visto che dovrò dimostrare di saper confezionare una trasmissione quotidiana di 4 ore al fianco di inviati e personaggi meravigliosi".

Nonostante il presente professionale le stia regalando soddisfazioni, Adriana Volpe non dimentica il passato. In Rai aveva le mani legate: "TV8 è una realtà nuova, dove ci permettono di sperimentare. In Rai era diverso, sono reti governative e ci sono delle regole. Qui nessuno dice 'questo non lo puoi dire' o 'questo tema non lo puoi affrontare'". Anche la questione Giancarlo Magalli non è mai stata archiviata nonostante siano trascorsi quattro anni dalle tristi vicende. Il trattamento ricevuto dal collega negli anni di lavoro fianco a fianco a I Fatti vostri non è passato in secondo piano e lei si aspetta di ottenere giustizia: "Lavorare con Giancarlo è stato molto difficile. In me rimane la voglia di un senso di giustizia che mi aspetto dopo la denuncia. Non mollo: non lo faccio per me, che ho preso un mio percorso, ma per chi arriverà dopo. Investo tempo, energie e anche soldi per la tutela del lavoro: non è possibile che se uno alza il dito per segnalare una questione seria non solo non venga ascoltato ma addirittura zittito e messo in disparte. Che si tratti di uomini o donne, non cambia".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cgf

Sab, 16/01/2021 - 11:19

sua rinascita al Grande Fratello? davvero? diciamo che… tanto per trovare qualcosa affinché si continui a far parlare di se. Certo, si aspetta molto da se stessa, l'ultima volta che ci ha provato ha rischiato di divorziare, ma aspettare ancora per la questione Magalli? Ok, è un piatto freddo, ma prevede morigeratezza in tutto e per tutto.

timoty martin

Sab, 16/01/2021 - 11:58

Antipatica, antipatica, antipatica

Raffaello13

Dom, 17/01/2021 - 12:43

Vedo solo narcisismo.

Tizzy

Dom, 17/01/2021 - 18:07

Ha fatto benissimo a denunciare magalli, non si doveva permettere di arrivare a tanto in offese ed allusioni!!Tutto questo per aver detto l' età del "primo uomo".....Vedere poi che la rai chiude un programma per giorni, per delle "gags" ritenute contro le donne e permette ad un conduttore di offendere fino ad insinuare che la volpe lavora da 20 anni per altri "motivi" e poi ad escluderla addirittura dal programma, fa proprio venire voglia di chiedere il rimborso del canone. Quando si parla di serietà e tutela del più debole.....Molto politically correct....