"Anche io esco di casa. Torno a Mattino Cinque per raccontare la nostra Italia ferita"

La conduttrice di nuovo in diretta negli studi di Canale 5: "Daremo aggiornamenti sull'emergenza"

"Anche io esco di casa. Torno a Mattino Cinque per raccontare la nostra Italia ferita"

Rieccola, dopo un mese e mezzo di lockdown obbligato. Federica Panicucci torna oggi alla conduzione di Mattino Cinque dopo la sua assenza più lunga in undici anni: «D'accordo con Mediaset abbiamo deciso di cambiare il volto del programma, che era diventato in sostanza un approfondimento giornalistico dedicato alla pandemia». Ora l'Italia prova a ripartire e riparte anche il racconto quotidiano dell'attualità fatto ogni mattina da Panicucci con la sua squadra di autori preparati e agili: «Siamo nel bel mezzo di uno stravolgimento epocale per tutti ed è una sfida difficile ma indispensabile provare a spiegarla e a capirla ogni giorno con i nostri telespettatori», dice lei, che parla veloce e ha la grinta di chi non vede l'ora di macinare puntate.

Ma come ha trascorso queste settimane?

«Le ho vissute come tanti, nei primi giorni con uno sgomento e una incredulità che ci ha lasciato senza parole. All'inizio si è reagito con una euforia strana, uscendo sui balconi a cantare i brani della nostra identità: Volare, Azzurro, Il cielo è sempre più blu, anche l'Inno d'Italia».

Poi?

«Poi però c'è stato spazio per la riflessione e l'incredulità è stata pian piano sostituita con una difficile e dolorosa presa di coscienza».

Come sono state le sue giornate?

«Da casalinga».

Dopo un decennio di sveglie all'alba ha dormito un po' di più al mattino?

«In realtà no, forse avrei anche voluto oziare un po' di più ma non ci sono riuscita. Di certo non ero mai stata così tanto tempo con i miei figli. Prima, in condizioni normali, loro vanno a scuola e io lavoro, quindi il tempo non è mai abbastanza. Loro hanno seguito, e seguono, le lezioni di scuola online: Mattia va in seconda media, Sofia è in terza. Poi, al pomeriggio, li supporto se hanno bisogno d'aiuto. Insieme con loro ho ripassato gran parte dei programmi scolastici».

Come stanno reagendo loro?

«Hanno uno spirito di adattamento incredibile e sono stati messi di fronte a valori come la serietà e il merito. La situazione è stata così improvvisa! Ma hanno reagito bene, con quella maturità che li ha portati, ad esempio, a non guardare il libro mentre svolgono il compito in classe oppure a non seguire altri stratagemmi furbetti. Una lezione di vita. Ad esempio, l'altra sera Sofia è venuta da me con uno sguardo che non le avevo mai visto».

Che cosa stava per dirle?

«Sai mamma, mi mancano tanto i miei compagni di scuola. Allora ci siamo sedute e abbiamo parlato un po'. Lei tra poco farà l'esame di terza media e poi non rivedrà più molti dei suoi compagni perché ciascuno di loro andrà in scuole diverse o anche in città diverse. Praticamente non si sono neanche salutati».

In effetti.

«Se ci penso, mi si spezza il cuore. Tutti ricordiamo l'ultimo giorno di scuola. Quest'anno tutti i ragazzi non lo vivranno nello stesso modo e non potranno portarselo nei ricordi come abbiamo sempre fatto».

In questa settimane ha visto la tv, oltre a Mattino Cinque?

«Tanta. Soprattutto l'approfondimento. E la mia impressione è che Mediaset abbia fatto la differenza come non mai. Su Rete4 ogni sera c'è un'ottima proposta fatta di informazione giornalistica comprensibile a tutti. Spesso ho sentito fare le stesse domande che anche io, da cittadina, avrei fatto agli esperti o ai politici che erano in quel momento collegati con lo studio».

E come sarà il Mattino Cinque di nuovo con Federica Panicucci?

«L'impostazione rimane quella classica. L'emergenza sanitaria non è terminata e noi, di volta in volta, daremo tutti gli aggiornamenti necessari».

A proposito, qualcuno ha scritto che il suo posto sarebbe stato preso da Adriana Volpe.

«Sicuramente Adriana è una professionista e ha già trovato i suoi spazi televisivi. Io sono felice di portare ancora avanti il mio programma che, dopo tanti anni, è diventato una parte di me».

Infine, quando finirà questa stagione?

«Al momento la chiusura è prevista per i primi di giugno».

Commenti