Romina jr si rifiuta di parlare della sorella scomparsa a Verissimo

Nel corso di una nuova intervista concessa a Verissimo, Al Bano Carrisi e Romina junior hanno rilasciato alcune dichiarazioni sulla loro famiglia, a quasi due mesi di distanza dalla scomparsa della madre del cantante, Jolanda Ottino

Lo scorso sabato 8 febbraio, su Canale 5, è stata trasmessa la nuova puntata di Verissimo, il talk-show condotto da Silvia Toffanin. E il nuovo appuntamento tv ha visto Al Bano Carrisi e la terzogenita -nata nel 1987 dall'unione del cantante con Romina Power- Romina junior, presentarsi in qualità di ospiti in studio, per rilasciare un'intervista esclusiva. Incalzati sul loro rapporto familiare, i due volti noti non hanno lesinato risposte inaspettate."Lei aveva una specie di papite acuta, poi un po' le è passata e lì mi è dispiaciuto. Ma, adesso, l'abbiamo recuperato quel rapporto", ha esordito il cantante sul conto della figlia.

E quando la Toffanin ha chiesto a Romina se volesse parlare di Ylenia, la sorella scomparsa in circostanze misteriose a New Orleans a cavallo tra il 31 dicembre 1993 e il 1° gennaio 1994, la giovane ha detto: "Non ne parlo. Perché a mio avviso non è un argomento che si può trattare, così, in maniera colloquiale. Quindi, preferisco non parlarne... se ne vuole parlare lui...io non gli tappo la bocca". "Io posso solo dire -ha dal suo canto dichiarato, Al Bano- che i dolori o ti ammazzano o ti rafforzano. Io ho scelto la seconda strada. E bisogna saper convivere con l'altra facciata della vita, il dolore. Bisogna tenerselo a spasso, però ti dà quella marcia in più, per cui tu conosci bene il senso della vita. E io la amo".

Al Bano Carrisi ricorda i genitori a Verissimo

Nel corso dell'ultimo intervento televisivo, il cantante originario di Cellino San Marco e classe 1943 si è lasciato andare al racconto di alcuni ricordi che custodisce, nel cuore, dei suoi genitori:"Ho avuto la fortuna di avere dei genitori molto forti. E mi hanno insegnato cosa vuol dire vivere, fin da ragazzino. Mi hanno insegnato anche a fare il padre. Erano fantastici. Una parte della vita che mi manca. E me li sono goduti fino in fondo. Li ho portati con me in giro per il mondo". "Penso a quella volta in cui mio padre - ha proseguito, introducendo così un retroscena inedito- venne con me a New York e vide i grattacieli... si è emozionato. E poi siamo andati in un ristorante e ha chiesto dove fosse il bagno. Seguendo le indicazioni ha raggiunto i bagni e da buon pugliese ha letto "woman" e "man". Dovete sapere che "men" al sud-Italia è il seno della donna e lui giustamente è andato in mezzo agli "uomen'!".

Tra le risate fragorose del pubblico, Al Bano ha, poi, voluto riprendere la parola e rivolgere un commosso pensiero alla compianta madre, Jolanda Ottino, che veniva a mancare lo scorso 10 dicembre: "È stata una donna straordinaria, era impastata di verità. Lei ha sempre dato tutto a tutti e non accettava nell’ultimo periodo di dover essere nelle mani degli altri. Insieme a mio padre, ho avuto due incredibili regali da Dio, sono stati la mia Bibbia umana e quotidiana". Ai ricordi raccontati dal padre, Romina jr ha aggiunto, sorridendo: "È stata una nonna tosta. Con lei in casa c’era sempre un’irruzione pugliese".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.