Bova e Montalbano, Dr. House e Medico parte la sfida all’ultimo telespettatore

Una buona notizia c’è. Nella stagione televisiva che prende il via tra pochi giorni si eviteranno troppe serate che su fronti opposti, Mediaset e Rai, propongono lo stesso genere di programma. Insomma meno scontri tra talent show (per esempio Amici e X Factor come avvenne in Primavera) o tra reality o tra varietà. La sovrapposizione, si sa, è una di quelle cose che mandano su tutte le furie gli spettatori (come il mancato rispetto degli orari o i cambi di trasmissione all’ultimo momento), ma che i genietti del palinsesto continuano a praticare nella sfida ossessiva generata dall’Auditel. Sembra, invece, che quest’anno, almeno sulla carta, perché può cambiare tutto all’improvviso (se i numerini dello share cominciano a sballare), non ci siano troppe sfide autolesioniste (con il pubblico affezionato che si spacca in due). E c’è già chi comincerà ad attribuire il tutto alla pax televisiva tra le due aziende frutto delle nuove nomine.
Intanto, lo spettatore cui piace passare le serate in compagnia dei programmi delle tv generaliste (impossibile fare i confronti con i tanti canali satellitari e del digitale terrestre) si troverà già agli inizi di settembre alcuni scontri interessanti. Prendiamo, per semplicità, le due ammiraglie, Raiuno e Canale 5. Senza dimenticare altri appuntamenti importanti come X Factor su Raidue (con l’ingresso come giudice di Claudia Mori) e la serie The mentalist dal 3 settembre in chiaro su Italia Uno.
Dunque vediamo le prime serate, momento in cui milioni di italiani si mettono davanti alla Tv. Al lunedì un bel match, tra due attori amatissimi entrambi impegnati nella lotta contro il male. Appuntamento il sette settembre: da una parte su Raiuno Luca Zingaretti-Commissario Montalbano (nell’ultima replica estiva) contro Raoul Bova-agente segreto in Intelligence. La nuova serie di Canale 5 andrà avanti per sei puntate e si scontrerà successivamente con il Medico in famiglia. Si, perché quelli di Raiuno hanno avuto la bella pensata di «spalmare» la fiction con il grande ritorno di Lele Martini-Giulio Scarpati in due serate: alla domenica e al lunedì (e non due di seguito nel giorno di festa come tradizione). Così si risparmia, ma non si sa con quale gradimento dello spettatore. Dunque, nel dì di festa si assisterà alla sfida tra camici bianchi. Contro il placido Lele, Canale 5 schiera lo scorbutico Dr. House. E al lunedì, finito Intelligence, dal 19 ottobre i reclusi del Grande Fratello in versione allungata, fino a febbraio.
Negli altri giorni, le serate sono appunto «diversificate». Al martedì Tutti pazzi per la tele con Antonella Clerici se la vedrà con la fiction di Canale 5: si parte con Onore e rispetto con Gabriel Garko e Serena Autieri. Al mercoledì confronto tra varietà e reality: il programma comico Da nord a Sud di Vincenzo Salemme contro il nuovo reality Tribù-Missione India di Paola Perego. Al giovedì sfida tra fiction e show: Don Matteo versus le cinque serate speciali monografiche di Zelig e, a seguire, Chi ha incastrato Peter Pan con Paolo Bonolis. Al venerdì I migliori anni, il varietà che guarda al passato italiano di Carlo Conti contro la serie Distretto di polizia. Al sabato invece sfida tra due show, anche se completamente diversi: Affari tuoi-speciale per due cioè i pacchi di Max Giusti in versione prime-time contro le storie di Maria De Filippi, che quest’anno si trova un avversario più temibile della scorsa stagione quando a contrastarla c’era stato lo show flop di Baudo e quello così così di Pupo.
Infine la domenica pomeriggio, da non dimenticare. Parte infatti il 20 settembre il nuovo contenitore di Barbara D’Urso, ideale proseguimento di Pomeriggio Cinque. Se la dovrà vedere con una Domenica In meno forte perché spaccata in due dalla fiction (dopo che si è deciso per questioni di budget di levare i segmenti di Corna, Bianchetti e Monica Setta): prima parte di Giletti, poi fiction, poi Baudo. Bene, dunque, pronti al via: sul telecomando siete sovrani.

Commenti