"Harry può distruggere Camilla": il libro-bomba è un caso

Il libro del principe Harry potrebbe danneggiare la reputazione di Camilla Parker Bowles e gettare un’ombra sulla sua futura ascesa al trono

"Harry può distruggere Camilla": il libro-bomba è un caso

Da quando il principe Harry ha annunciato la pubblicazione del suo memoriale, prevista per la fine del 2022, i tabloid e gli esperti stanno cercando di capire quali potrebbero essere i suoi bersagli all’interno della royal family. Il principe Carlo e il principe William potrebbero essere i personaggi principali del memoriale ma, forse, un obiettivo ancora più facile da colpire potrebbe essere la duchessa di Cornovaglia, Camilla Parker Bowles.

L'altra donna

Quando Page Six ha lanciato la bomba riguardante il memoir del principe Harry, la corte inglese avrebbe iniziato a tremare. Tutti i Windsor, nessuno escluso, sarebbero atterriti alla prospettiva di nuove rivelazioni scritte nero su bianco dal duca ribelle. Uno dei membri del casato che ha più da perdere e rischia di vedere l’immagine che si è costruito negli anni andare in frantumi è Camilla Parker Bowles. L’amante di Carlo, la persona che avrebbe causato il divorzio tra il principe di Galles e Lady Diana. Ora moglie dell’erede al trono e futura regina consorte dopo anni di paziente attesa.

Camilla Parker Bowles non ha mai goduto di grande popolarità tra gli inglesi, a causa del suo ruolo scomodo di terzo incomodo. Le sue qualità, una spiccata intelligenza e il senso dell’umorismo, sono sempre state accantonate da chi ha visto in lei soltanto “l’altra donna”. La duchessa di Cornovaglia, più o meno consapevolmente, si è ritrovata in una posizione complicata, in cui è difficile trovare un equilibrio. Col tempo però, si è fatta apprezzare. Magari non è riuscita a entrare nel cuore dei sudditi, ma con discrezione, in punta di piedi, si è ritagliata un suo spazio.

Ora tutti i traguardi faticosamente raggiunti rischiano di essere schiacciati dalla furia del ciclone Harry, calpestati dalle migliaia di copie che, molto probabilmente, il duca di Sussex venderà con il suo libro. Un insider ha raccontato al Daily Mail:“Camilla rischia di essere seriamente danneggiata dal libro di Harry, perché i loro rapporti non sono mai stati buoni” e ha proseguito: “Se Harry nel suo memoriale ripercorrerà anche i loro rapporti, la duchessa ne ricaverà un grosso danno d’immagine”.

Odiata, amata Camilla

Se fosse così, non ci sarebbe da stupirsi. Camilla Parker Bowles ha occupato il posto che era di Lady Diana e il duca di Sussex non glielo avrebbe perdonato. A quanto pare neppure i cittadini britannici avrebbero dimenticato. Secondo un sondaggio dell’Express 60 persone su 100 non vogliono che Camilla diventi Regina. L’esperto Phil Dampier riassume bene il rapporto amore e odio degli inglesi verso la duchessa: “Camilla ha fatto di tutto per farsi amare. Ha buoni rapporti con la stampa e chi la conosce di persona la adora. Ma la maggior parte del popolo non l’accetterà mai come regina consorte”.

Lo spettro di Lady Diana non l’abbandonerà mai. Il libro di Harry rischia di diventare un’arma nelle mani di chi non ama Camilla Parker Bowles e potrebbe distruggere gli sforzi fatti fino a oggi da Carlo per far accettare la moglie al popolo e alla royal family. William e Harry hanno sofferto per i dissidi dei loro genitori. Inutile far finta di nulla. Eppure nel 2005 il principe Harry arrivò a dichiarare: “[Camilla] è una donna meravigliosa e ha reso nostro padre molto, molto felice. E questa è la cosa più importante. William e io la adoriamo. Ci è sempre stata molto vicina. A differenza di quello che credono in tanti, non è affatto la ‘matrigna cattiva’”.

A questo punto i casi sono due: nel 2005 il principe Harry ha mentito, oppure ha detto la verità e nel libro non ci sarà neanche una virgola che possa nuocere Camilla Parker Bowles. Per ora possiamo fare solo supposizioni. Non sappiamo cosa il duca abbia scritto nel suo memoir. Forse la duchessa di Cornovaglia non ha nulla da temere. Se anche venisse attaccata, la sua personalità in apparenza pacata potrebbe suggerirle di non rispondere, di spegnere il fuoco della polemica con il silenzio, in rispetto alla Regina e al principe Carlo. Non ci resta che attendere la pubblicazione del libro per trarne le conclusioni.