Palle da tennis e fantasmi: la verità dietro Casper

Sebbene sia destinato a un pubblico molto giovane, Casper è un film che è stato in grado di diventare un classico ma anche una pellicola molto importante nella storia del cinema

Palle da tennis e fantasmi: la verità dietro Casper

Casper è il film che andrà in onda questo pomeriggio alle 14.28 su Italia 1. La pellicola, diretta da Brad Silberling, è ispirata al personaggio omonimo protagonista di una serie di fumetti e cartoni. Nonostante un'accoglienza tiepida da parte della critica - che non apprezzò la storia troppo cupa per un pubblico tanto giovane, né l'umorismo del film - Casper ottenne un grande successo a livello di incassi e finì col diventare un classico del cinema per ragazzi, al punto da trovare quasi sempre uno spazio nei palinsesti dedicati alla festività di Halloween.

Casper, la trama

Carrigan Crittenden (Cathy Moriarty) non riesce a credere alle sue orecchie quando scopre che il defunto padre con cui non aveva un bel rapporto ha lasciato la sua eredità a enti di beneficenza e associazioni ambientaliste. Tuttavia la donna, avida e crudele, apprende con giubilo che le è stato lasciato il castello di Whipstaff, nel Maine, che secondo una leggenda "nasconde un gran tesoro". Carrigan allora non perde tempo e decide di andare subito al maniero per ottenere quello che pensa le spetti di diritto e diventare così una donna estremamente ricca. Tuttavia a Whipstaff la attende una brutta sorpresa: la magione è infestata da fantasmi che non sembrano affatto inclini ad abbandonare il loro rifugio terreno e che, al contrario, si divertono a far impazzire chiunque tenti di cacciarli.

Dopo vari tentativi non andati a buon fine Carrigan decide di assumere il dottor James Harvey (Bill Pullman), un medium abbastanza famoso (e deriso) degli Stati Uniti. L'uomo arriva nel castello insieme alla figlia Kat (Christina Ricci), che ha ancora qualche problema a superare la perdita della madre e che non riesce a relazionarsi coi suoi coetanei. Mentre il professor James è alle prese con i tre fantasmi Molla, Ciccia e Puzza, Kat fa amicizia con il fantasmino Casper, nipote degli altri tre, che ha un cuore buono e che ben presto comincerà a provare sentimenti "impossibili" per l'adolescente.

Tutto quello da sapere su Casper

Al di là dei buoni incassi ottenuti al botteghino alla sua uscita in sala, Casper è un film che rappresenta una tappa fondamentale nella storia del cinema mondiale per le tecniche con cui è stato realizzato. Tecniche che, nel 1995, erano quasi avanguardia pura. Come infatti viene spiegato dal sito dell'Internet Movie Data Base, Casper è il primo film che porta sul grande schermo un personaggio che ricopre il ruolo di protagonista completamente realizzato con la computer grafica. Tra l'altro, proprio perché i fantasmi sono stati realizzati interamente in CGI, le riprese del film hanno avuto risvolti comici per i protagonisti "umani". IMDB spiega che Bill Pullman e Christina Ricci erano "costretti" a parlare con delle palline da tennis appese ai fili quando dovevano relazionarsi con i fantasmi. Le creature ectoplasmatiche, infatti, sono state aggiunte in CGI solo in un secondo momento, perciò di fatto gli attori erano costretti a relazionarsi con il nulla.

Inoltre va detto che Casper è una pellicola che rappresenta un grandissimo calderone di riferimenti alla cultura pop degli anni '80 e '90. Ad esempio, in una delle scene iniziali in cui Carrigan tenta ogni cosa per "disinfestare" la casa si può vedere l'attore Dan Aykroyd riprendere il ruolo di Ray Stanz che aveva ricoperto nel film cult Ghostbusters - Gli acchiappafantasmi. In un'altra scena della pellicola si vede il protagonista che si guarda allo specchio. Nelle intenzioni originali del regista James si sarebbe dovuto "trasformare" in Steven Spielberg. Il noto regista cinematografico aveva anche registrato un cameo, ma nel montaggio finale la sua scena venne tagliata. Sempre secondo l'Internet Movie Data Base questa decisione rese felice il regista de Il colore viola, dal momento che considerava se stesso un pessimo attore. Infine il maniero utilizzato per rappresentare Whipstaff è lo stesso che si vede nel videoclip Everybody dei Backstreet Boys.

Commenti