Chiara Ferragni: "All'inizio litigavo sempre con Fedez, era molto geloso"

Chiara Ferragni svela un aspetto inedito della sua storia d'amore con Fedez e confessa che, il primo anno di fidanzamento, è stato pieno di litigi dovuti alla gelosia di lui

Approfittando della quarantena, Chiara Ferragni ha dedicato un po’ di tempo alle domande dei suoi follower raccontando anche alcuni aspetti sconosciuti della sua relazione con Fedez.

L’amore con il rapper, com’è noto, è iniziato grazie ad un brano scritto e cantato con J-Ax, “Vorrei ma non posto”, in cui Fedez intonava “il cane della Ferragni ha il papillon di Vuitton”. Un verso ironico e sarcastico, ma che ha dato vita ad uno scambio di messaggi tra i due che si è ben presto trasformato in una grande storia d’amore coronata dalla nascita del figlio Leone e dal matrimonio.

La coppia, tra le più social degli ultimi tempi, appare sempre in perfetta armonia, ma qualcuno dei follower della Ferragni si è chiesto se questo equilibrio corrisponda a verità o se, così come accade nei normali rapporti, anche Chiara e Fedez litigano. La imprenditrice digitale, quindi, non ha esitato a rispondere rivelando un aspetto sconosciuto del rapper e di quella che è stata la loro storia all’inizio della frequentazione, quando entrambi vivevano spesso lontani: lui a Milano e lei a Los Angeles.

“Tu e Fede sembrate così felici. Discutete mai’”, le ha chiesto un fan. “Siamo molto ostinati e discutiamo spesso – ha ammesso senza farsi alcun problema Chiara Ferragni - .Nel primo anno di fidanzamento discutevamo sempre (lui era geloso e io vivevo ancora a Los Angeles), ma poi abbiamo iniziato a fidarci l’uno dell’altra e a conoscerci bene”. “Poi, nessuno è perfetto – ha concluso la moglie di Fedez - . Ed è bene tenerlo presente”.

Come Fedez ha raccontato, inoltre, anche nel giorno in cui ha deciso di chiedere a Chiara di diventare sua moglie, sul palco dell’Arena di Verona, i due avevano discusso tanto che lui era davvero incerto della risposta della Ferragni. “Due giorni prima (della proposta di matrimonio, ndr) avevamo litigato in modo furibondo, come i pazzi. Non ci siamo parlati per un giorno e quello dopo dovevo chiederle di sposarmi – aveva rivelato lui al Corriere della Sera - . Ero in totale paranoia. Però poi ho pensato: se devo farlo, è più bello avere il brivido di non sapere cosa ti risponde. In realtà era un semi ricatto: prova a dirmi di no davanti a tutte queste persone”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.