Chiara Ferragni lancia le infradito a 175 euro. Il web esplode: "Ma siete pazzi"

Ennesima polemica per l'influencer più seguita sui social: stavolta al centro delle critiche le infradito della sua collezione, che arrivano a costare fino a 175 euro

Neanche il tempo di smaltire le accuse di presunto maltrattamento degli animali che Chiara Ferragni si ritrova invischiata nell'ennesima polemica nata sui social. Con l'estate alle porte, l'influencer più seguita di Instagram ha lanciato una nuova collezione di infradito.

I prezzi delle ciabatte, come si può notare nel negozio digitale della fashion blogger, oscillano dai 50 euro delle infradito "arcobaleno" e "leopard" alle 175 del modello "slides graffiti". I costi elevati delle calzature hanno fatto discutere e i commenti non si sono fatti attendere.

Parecchie persone bollano queste cifre come uno schiaffo alla miseria: "95 euro per delle ciabatte trasparenti? Ah", "50 euro un paio di infradito di plastica? Bisogna essere scemi per comprarle", "Il problema non è Chiara Ferragni. Il problema è proprio il fatto che possano esistere brand che vendono prodotti ad un prezzo molto più alto rispetto a quanto valgono realmente".

Le infradito di Chiara Ferragni dividono il web

Molti utenti, tuttavia, si schierano in difesa dell'influencer: "Avete scoperto la neve sapendo che la marca di Chiara Ferragni è costosa? Non lamentatevi, perché è sempre stato così. Ma dove vivete?", "È così difficile capire che ci sono brand di lusso, con un posizionamento medio alto e altri basso. Chiara Ferragni non vende solo un capo, ma la sua immagine, il suo nome è sempre stato medio alto quindi non capisco la polemica. Se siete poveri compratevi le De Fonseca e non rompete".

L'hashtag #ChiaraFerragni diventa immediatamente di tendenza su Twitter e diverse persone postano le infradito Gucci e Fendi, che arrivano a costare dalle 395 alle 630 euro, suggerendo l'idea che i prodotti della Ferragni siano d'alta moda, tali da giustificare quel prezzo.

Alta moda Chiara Ferragni? Le reazioni social

Le repliche a queste obiezioni sono istantanee: "Il brand di Chiara Ferragni non è alta moda. È un brand prêt-à-porter. I prezzi vengono decisi in base a come viene creato, al nome che ha, la storia che ha. Non perché è alta moda", "Il lusso è Chanel, Hermes, Dior, Balmain e tutte le altre grandi marche. Quello di Chiara Ferragni è semplicemente il brand di una influencer famosa", "Puoi e vuoi comprarti delle infradito di Chiara Ferragni a 50 euro? Sì, bene, prendile. Non puoi? Beh, sorpresa, vivi bene anche senza. Fine della disputa. Lei al suo merch può mettere il prezzo che vuole, se le vuoi e puoi prendere lo fai se no no. Non vedo cosa ci sia di così difficile".

La discussione va avanti per ore, fino a quando un paio di commenti non mettono la parola fine alla querelle: "Le ciabatte di Chiara Ferragni costeranno anche tanto, ma il cervello di chi si lamenta non vale neanche la metà di quella cifra", "50 euro per le ciabatte di Chiara Ferragni fanno scalpore? Allora 40 euro per le scarpine e ben 35 per i sandali del toddler che gli andranno bene per tre mesi, vi faranno uscire fuori di testa. Ma basta criticare, se non vi piace non seguitela e non comprare il suo brand".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

occhiotv

Dom, 24/05/2020 - 17:45

Lei in questo caso fà solo il suo lavoro, gli stupidi sono coloro che spendono 175 euro per l'infradito o no!!!!!!!!