Ciao Darwin, ferma la querela del concorrente paralizzato: "Non può firmarla"

La querela firmata dalla moglie di Gabriele Marchetti è priva di efficacia giuridica per la Cassazione

Ciao Darwin, ferma la querela del concorrente paralizzato: "Non può firmarla"

Sono trapelate delle nuove indiscrezioni sul concorrente infortunatosi all'ottava edizione di Ciao Darwin condotta da Paolo Bonolis e Luca Laurenti, Gabriele Marchetti. L'uomo potrebbe non essere risarcito, secondo Il Messaggero. Il 54enne si era gravemente infortunato nel corso della fase dei rulli, affrontata alla tanto temuta prova Genodrome del gioco di Canale 5. Una prova fisica rivelatasi fatale per Marchetti, che ha causato all'uomo la rottura di 4 vertebre e la conseguente paralisi.

Il drammatico accadimento in questione ha sospinto la moglie dell'infortunato a sporgere una querela, che al momento Marchetti non può firmare di persona. E ora il procedimento rischia di rivelarsi del tutto vano, perché secondo quanto disponde l’articolo 590 del codice penale per le lesioni gravissime è necessario un documento sottoscritto dalla parte offesa, che, nel caso di Gabriele Marchetti, non può essere firmato. Nel fascicolo aperto dal Pm Alessia Miele, c’è la querela siglata dalla moglie di Marchetti, una denuncia sporta dopo l’incidente avvenuto lo scorso 17 aprile, quando Marchetti rimase gravemente infortunato per via delle difficoltà riscontrate alla prova Genodrome.

Ciao Darwin: la querela va firmata da Gabriele Marchetti

La querela presentata dalla moglie dell'infortunato è, purtroppo, priva di efficacia giuridica per la Cassazione e quindi il giudice chiamato a decidere sul caso potrebbe dichiarare "il non doversi a procedere". Vana è stata – chiarisce il Corriere della Sera – la richiesta giunta dal pubblico ministero al giudice per le indagini preliminari di nominare un curatore speciale, motivo per cui è stata indicata la moglie di Gabriele, Sabrina Galmazzi, una possibilità già esclusa dal gip, perché questo passaggio presupporrebbe l’incapacità di Marchetti di intendere e volere e invece Gabriele è mentalmente lucido.

Va ricordato che Mediaset aveva espresso vicinanza all'infortunato, rendendo noto di aver preso contatto con l’uomo e i suoi familiari e di essere a disposizione "per tutto quanto il necessario". Nel comunicato giunto da Mediaset era stata riferita l'attivazione della polizza assicurativa a copertura dell’infortunio.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it su Facebook?

Commenti