Grease finisce nella bufera: "Misogino e sessista. Via dai palinsesti"

Nel Regno Unito la messa in onda del celebre film del 1978 ha scatenato un'ondata di critiche. Per i giovani telespettatori il film inciterebbe al bullismo e alla violenza sulle donne

L'ombra del politicamente corretto non risparmia neppure il celebre film "Grease". La messa in onda del musical, sul canale britannico Bbc1, ha scatenato un'ondata di critiche sui social network. La pellicola del 1978 interpretata da John Travolta e Olivia Newton-John, infatti, è stata etichettata sul web come "sessista", "misogina" e "omofoba" e qualcuno ha chiesto addirittura la sua cancellazione dai palinsesti televisivi.

La polemica si è scatenata su Twitter subito dopo la proiezione del film cult di Randal Kleise sulla Bbc1 nel giorno di Santo Stefano e il Daily Mail ha raccolto i feroci assalti degli internauti: "Con Grease si tocca il picco di omofobia", "Grease è misogino, sessista e un po' stupido", "Grease fa schifo a così tanti livelli e il messaggio è pura misoginia".

Il pubblico, soprattutto quello più giovane ed erede dei recenti movimenti Me Too e Black Lives Matter, ha giudicato la pellicola "sessista", "eccessivamente bianca" e "misogina" per alcune delle sue scene più famose. Insomma i revisionisti della critica cinematografica colpiscono ancora e questa volta nel mirino sono finiti passaggi cult della pellicola. Dalla trasformazione finale del personaggio di Sandy alla scena in cui Putzie si sdraia sul pavimento per guardare sotto le gonne di due studentesse, fino alla frase pronunciata dallo speaker radiofonico Vince Fontaine in cui chiede ai ballerini di evitare di formare coppie dello stesso sesso.

Tutte scene giudicate censurabili in nome del politicamente corretto e c'è chi ha gridato addirittura all'incitamento allo stupro per la scena in cui Danny canta "Summer Nights", in cui il protagonista descrive come ha sedotto Sandy e il coro chiede: "Dimmi di più, dimmi di più, lei ha lottato?". Un passaggio che alcuni utenti del web hanno etichettato come possibile incitamento allo stupro o comunque una normalizzazione della violenza sessuale. Secondo quanto riferito dal Daily in molti hanno chiesto addirittura la cancellazione del film dai palinsesti di tutto il mondo: "Grease è troppo sessista ed eccessivamente bianco e dovrebbe essere bandito dallo schermo. Dopotutto, è quasi il 2021".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Calmapiatta

Lun, 04/01/2021 - 12:10

ah, ah, ah, ah.....Allora credo sia il caso di bruciare l'Iliade e l'Odissea. Cialtroni......

amicomuffo

Lun, 04/01/2021 - 12:25

sapete voi dove si possono mettere il politically correct? A voi l'ardua sentenza!

Tergestinus.

Lun, 04/01/2021 - 12:44

Ma perché ora che il sostantivo "sesso" è stato cancellato e sostituito con l'anglicismo "genere" (che in italiano vero si usa solo in grammatica) è invece rimasto l'aggettivo "sessista"? Bisognerebbe dire "generista", invece no. Perché deve passare l'idea che tutto quello che è legato al sesso naturale è negativo. Io personalmente ogni volta che compilo qualche formulario e trovo la dicitura "genere" la cancello sempre e scrivo "sesso".

signorrossi1

Lun, 04/01/2021 - 12:45

tutto ciò è penoso

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Lun, 04/01/2021 - 12:54

In una vecchia barzelletta Gino Bramieri recitava: "-Buongiorno, vorrei un libro in cui non si parli di politica, violenza o aberrazioni sessuali. -Giovanni, dai un orario ferroviario alla signora!". Quello che era barzelletta sta diventando realtà.

0rl4nd0

Lun, 04/01/2021 - 13:02

Ragazzi, o ci togliamo la sinistra di torno una volta per tutte, oppure sarà la fine!

mariolino50

Lun, 04/01/2021 - 13:15

Questi fanno colazione col whisky, neuroni bruciati la mattina presto, distruggiamo tutta l'arte dei secoli passati perchè non è "corretta", secondo il loro metro assurdo. La libertà di parola o è totale o non esiste, salvo offese false personali, ma ci vuole la denuncia.

Tizzy

Lun, 04/01/2021 - 14:06

Questi giovani telespettatori sono misogeni verso l' uso del cervello,altro che verso le donne!! E come vecchia telespettatrice, mi comincia proprio a fare SCHIFO a così tanti livelli questo mondo sempre più senza valori, che vogliono propinarci come politicamente corretto!!!

frabelli1

Lun, 04/01/2021 - 14:33

Siamo ridotti veramente male. Mi spiace per i giovani, ma non si godranno più a vita e neppure la libertà.

CATTIVIPENSIERI

Lun, 04/01/2021 - 14:54

Questa cosa è gravissima e va ben oltre un film che, pure se ha rappresentato un'epoca, non è poi questo gran capolavoro. Il fatto TREMENDO che deve far riflettere e rabbrividire in prospettiva futura è che i commenti "politicamente deviati", non vengono dall'ambiente radical chic alla Saviano, Boldrini, Lerner, Bonino, Gruber... Sono i ragazzi delle nuove generazioni, il futuro. Vuole dire che la massificazione del pensiero e dei cervelli attuata dalla sinistra sta dando frutti. Berlinguer diceva che la sinistra per vincere doveva impossessarsi di tre elementi: magistratura, inormazione e scuola. Se non li fermiamo non ci sarà futuro.

Enne58

Lun, 04/01/2021 - 15:27

Incredibile, dopo tutte le lotte che la sinistra ha fatto per le libertà, comprese le censure cinematografiche, adesso rinnega tutto e ci porta all'oscurantismo medioevale

capitanangelik

Lun, 04/01/2021 - 15:34

Le giovani generazioni, oltre ad avere il cervello inebetito dai social e dai bombardamenti del corretto, non capiscono nulla soprattutto di musica: era questa la molla trainante di una trama alla fine puerile. Ma i cervelli vuoti vanno alla ricerca di razzismo, omofobia, stupri e misoginia (ma poi che c entra la misoginia con Grease?) anche in un coro dell"Antoniano

maxfan74

Lun, 04/01/2021 - 16:23

Sta diventando un mondo di ben pensanti che ne combinano di tutti i colori ma la colpa è sempre degli altri. Misogeno e sessista, andate a lavorare che il lavoro nobilita.

Luigi Farinelli

Lun, 04/01/2021 - 17:28

Preparatevi a vederne delle "belle" in materia di Politicamente corretto, ossia del rimbecillimento dell'Occidente da overdose ideologica da Pensiero Unico i cui portatori "non sani" appartengono tutti all'area culturale "progressista" e quelli sani ai costruttori di "uomini nuovi" e "società aperte" . A parte la pubblicità dove ormai, in un gruppo, DEVE PER FORZA comparire un personaggio "non bianco" (fateci caso) l'ultima ho potuto constatarla due giorni fa: durante la pubblicità in un film natalizio; il Nome "Natale" ha già subito la mutazione annunciata e imposta dai missionari del politicamente corretto. Non più riferimento a Gesù Cristo nel giorno di Natale (Christmas Day) ma "Xmas" secondo le più "moderne" visioni deliranti e blasfeme che tendono a distruggere ogni riferimento cristiano e per le quali l'Ue e gli USA (non certo quelli di Trump) stanno imponendo i canoni. E guai se protesti!

Seawolf1

Lun, 04/01/2021 - 18:15

Invece del vaccino fatevi...una bella curetta!!!

Ritratto di asimon

asimon

Lun, 04/01/2021 - 18:41

secondo me chi impone tutti queste folli regole del politicamente corretto, che "stranamente" avviene solo nel mondo occidentale dove in maggioranza sono bianchi, non fa altro che dividere e creare conflitti sempre più accesi tra maschi e femmine. lo scopo è di impedire l'unione di uomini e donne che insieme ai figli formano famiglie, questo per arrivare in breve tempo alla diminuzione degli occidentali bianchi e magari fino alla loro estinzione, già abbiamo visto in America, Inghilterra e paesi scandinavi movimenti in favore di questa teoria

sbrigati

Lun, 04/01/2021 - 18:46

Quando le menti sono offuscate capita anche questo.

cecco61

Lun, 04/01/2021 - 18:55

E questi sarebbero i giovani emancipati che dovrebbero governare il mondo di domani? Speriamo di no!

QuasarX

Lun, 04/01/2021 - 19:36

non ho mai visto grease ma se i commenti sono questi devo guardarlo mi piacera' di sicuro

cgf

Lun, 04/01/2021 - 19:39

non si può essere stupidi e poter decidere cosa è meglio oppure no, non è politically correct

pimmio78

Mar, 05/01/2021 - 10:30

Se ci fosse la malaugurata necessità di come riempire la pancia, non ci sarebbe il tempo di pensare a tante cretinate!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mar, 05/01/2021 - 11:27

Che dire, Olivia Newton-John in versione santa maria goretti fa ridere ma in versione teddy girl è uno schianto.

ziobeppe1951

Mar, 05/01/2021 - 12:14

La serie di Fonzie la vedo a rischio

cegs49

Mar, 05/01/2021 - 13:00

Mi piacerebbe sapere cosa significa "molti" in un epoca dove i social raggruppano anche miliardi di persone il termine "molti" ha ancora senso. Che poi ci siano anche un centinaio di assatanati disposti a far caciara sul nulla non significa che i restanti milioni / miliardi di persone concordino con queste imbecillità. Ovvero se ti turba non andarlo a vedere !.

MonikaHefti

Mar, 05/01/2021 - 14:11

Mi chiedo come mai tale accanimento non venga invece usato verso quei film violenti e maleducativi che incitano solamente alla violenza, come certi film di guerra, di omicidi efferati o persino molti di film di orrore. Quei film si che dovrebbero venire rimossi dai palinsesti delle tv di stato.