Clerici, Carlucci, Conti, Argentero. L'ammiraglia Raiuno vuole rimanere sempre "classica"

Il prossimo palinsesto è condizionato dalla pandemia L'arrivo di Delogu e (forse) di Bortone. Ritorno della Maggioni

Covid permettendo. È il mantra che ripetono dirigenti, autori e presentatori che stanno mettendo a punto la tv che vedremo nei prossimi mesi. Uno spauracchio, quello di una seconda ondata del virus in autunno, che non fa dormire di notte. Tutto quello che si ipotizza in questo momento, potrebbe restare sulla carta. Ma le linee guida ci sono.

Attenzione puntata sulla tv di Stato, la più colpita dal virus tra sospensioni e chiusure di programmi. Sono stati mesi di repliche. Ora si prova a rilanciare. Intanto, il primo canale diretto da Stefano Coletta cercherà di restare acceso durante l'estate per quanto riguarda l'informazione. In primo luogo, come abbiamo già riportato in un altro articolo, mantenendo Uno Mattina e Vita in diretta in onda fino a fine giugno (ma è difficile che a settembre rivedremo nei rispettivi programmi i volti di Roberto Poletti e Lorella Cuccarini, più vicini al mood «sovranista» della gestione precedente del canale).

Le novità riguardano la versione estiva del contenitore pomeridiano, che partirà a inizio luglio. La scelta della coppia in conduzione è ricaduta su Marcello Masi, ex direttore del Tg2 e attuale guida di Linea verde life e Andrea Delogu, una lunga carriera tra radio, musica e tv: insomma un esperto giornalista e un volto fresco, autentico. A Uno Mattina Estate non è ancora confermato invece l'arrivo di Giulia Cardinaletti in coppia con Alessandro Baracchini.

Nei prossimi giorni, dopo tutti i dubbi e le incertezze sulle precauzioni necessarie, soprattutto per i concorrenti in studio, ritorneranno in onda I Soliti ignoti (da domenica con uno speciale) e La prova del cuoco, da lunedì. Ma le nebbie si addensano sul palinsesto autunnale. Allo stato attuale, sempre che - come detto - il virus con blocchi ancora tutto, i capisaldi restano Ballando con le stelle, Tale e quale show di Carlo Conti e la fiction. Il direttore Coletta sta disegnando una rete che si regge sullo schema classico con qualche innesto di novità, tenendo sempre conto di un canale che parla a tutto il paese. Lo show di Milly Carlucci è stato uno dei programmi cancellati in primavera e si stanno studiando tutte le soluzioni per far danzare i concorrenti in sicurezza. Per il rientro in grande stile di Antonella Clerici, la grande esclusa ai tempi della direttrice Teresa De Santis, si sta pensando a un programma quotidiano (abbandonando per ora l'idea di uno show «emozionale» serale), da casa sua, in campagna, per parlare di natura, amicizia e cucina.

E quale spazio sarebbe più adatto dell'ora di pranzo (azzardiamo noi)? Orario in cui attualmente va in onda La prova del cuoco che lei lasciò, ma che le è sempre rimasta nel cuore e che ora è condotta da Elisa Isoardi. Si prevede, nel caso, uno svolazzare di stracci

Certo è invece l'approdo di Monica Maggioni, ex presidente Rai, in seconda serata al lunedì con un approfondimento. Per quanto riguarda la fiction, riflettori puntati sulle quattro puntate in stand by di Doc, la fiction di successo con Luca Argentero. Indiscrezioni, poi, attribuiscono a Coletta il desiderio di portare sul primo canale Serena Bortone, la conduttrice di Agorà, sua amica trentennale, alla domenica nel primo pomeriggio nell'orario che una volta era dell'Arena di Giletti e di far tornare alla grande Raffella Carrà. Ipotesi anche di scambi di «postazione» tra Francesca Fialdini e Caterina Balivo.

Più concreto invece il rientro di Milo Infante, attuale vice direttore vicario di Raiuno, sul secondo canale nel primo pomeriggio, lo spazio che guidava anni fa, per un programma d'informazione rivolto ai giovani. E su Raidue, la grande scommessa sarà un talk d'informazione in prima serata, argomento spinoso, visti i trascorsi complicati.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.