"Rissa Sgarbi-Mughini? È vita vera": parla Costanzo

Il conduttore è tornato sullo scontro fisico tra il critico d'arte e l'intellettuale: "Questa è la vita"

"Rissa Sgarbi-Mughini? È vita vera": parla Costanzo

La rissa tra Vittorio Sgarbi e Giampiero Mughini al Maurizio Costanzo Show grande protagonista sui social network. Un alterco fisico muscolare nato durante una discussione sulla guerra tra Russia e Ucraina, sedato a fatica dagli altri ospiti. Costanzo non ha dubbi, quanto avvenuto ai Lumina Studios è una degna rappresentazione della vita.

“C’era un clima nobile da osteria, è la vita”, ha ammesso Maurizio Costanzo nel corso di Facciamo finta che, programma radiofonico che ogni giorno conduce insieme a Carlotta Quadri. Un’analisi netta quella del conduttore: “Se io vado in un'osteria ci sono alcuni che non sono d'accordo, altri che si picchiano, altri che giocano a briscola, la vita è questa”.

Presenza fissa del format radiofonico in onda su R101, Tommaso Zorzi ha condiviso l’analisi di Maurizio Costanzo, sottolineando che da quarant’anni sul palco del MCS vanno in onda spaccati di vita e spaccati di personaggi che hanno i loro lati, i loro spigoli e le loro curve: “Chi siamo noi per censurarli? Poi uno o si autocensura oppure si assume la responsabilità di quello che fa”.

La rissa tra Mughini e Sgarbi ha infiammato i social network e il siparietto ha fatto il giro del web nel giro di poche ore. I due protagonisti hanno continuato a scambiarsi frecciatine attraverso i media, ma c’è di più. Secondo quanto ricostruito da Giuseppe Cruciani, tra gli ospiti del Costanzo Show, Mughini avrebbe tentato un nuovo assalto ai danni di Sgarbi.

“Non è vero che non ho fatto un cazzo”, ha spiegato Cruciani ai microfoni di Mowmag:“Mi sono goduto quella scena straordinaria, certo. Ma poi gli ho detto 'Giampiero, basta: stai facendo una cazzata' e così Mughini ha desistito, rinunciando a un secondo attacco che stava per sferrare ai danni di Sgarbi”. Il volto della Zanzara ha spiegato infatti che Mughini avrebbe provato ad attaccare nuovamente Sgarbi nel corso della pubblicità, senza mai arrivare fino in fondo.

Commenti