David Bowie e il rifiuto ai Coldplay

David Bowie ha di recente rifiutato una collaborazione con i Coldplay, band britannica da qualche anno sulla cresta dell'onda: pare che la canzone scelta non fosse di suo gradimento

Reuters
Reuters

Non solo "Under Pressure" con i Queen. Nella lunga e prolifica carriera di David Bowie, il Duca Bianco ha stretto le più svariate collaborazioni musicali, da Brian Eno a Lou Reed, passando per Iggy Pop, John Lennon, gli Arcade Fire e molti altri. Eppure fra questi non figurano i Coldplay di Chris Martin, una delle band negli ultimi anni maggiormente sulla cresta dell'onda. Tutta colpa di un brano poco gradito, che il compianto artista avrebbe rifiutato con tanto di savoir faire britannico: "Non è una canzone molto buona, non trovate?"

A rivelarlo è il batterista della band, Will Champion, in occasione di un'intervista per i media inglesi. Secondo quanto riportato, sembra che i Coldplay fossero alla ricerca di un sound "alla David Bowie” e, così, avrebbero tentato la carta della collaborazione con lo stimato artista. Presentata la canzone, Bowie ha però declinato l'invito, poco soddisfatto di quanto ascoltato. Della risposta esistono addirittura due versioni. Oltre a quella del batterista, il leader Chris Martin avrebbe affermato: "Mi ha chiamato e mi ha detto: non è una delle vostre migliori". Il gruppo britannico ha fatto sapere di aver accettato di buon grado un rifiuto così celebre, riconoscendo la grande onestà di non partecipare a un progetto di cui Bowie non si sentiva attratto. Così ha aggiunto Champion: "Bowie è sempre stato molto esigente, non avrebbe mai messo la sua firma su qualsiasi prodotto: lo rispetto molto per questo". Dall'annuncio della morte, sono state molte le popstar mondiali che hanno voluto omaggiare la genialità del Duca Bianco. Grande risonanza mediatica, in particolare, hanno ottenuto le versioni di "Rebel Rebel" cantate da Madonna e Bruce Springsteen nei rispettivi tour.

Commenti