A dirigere l'Huffingtonci sarà l'Annunziata

La giornalista di Rai3 guiderà l'edizione italiana della testata americana. Il lancio del portale è previsto per settembre

Anche l'Italia ha la "sua" Arianna Huffington. A dirigere l'edizione italiana della testata più famosa della rete ci sarà infatti Lucia Annunziata (e non Lilli Gruber, come previsto da Prima Comunicazione). L'annuncio ufficiale è arrivato oggi da Huffington Post Mediagroup e Gruppo Espresso.

L'Annunziata ha lunga esperienza in tv e carta stampata: è stata residente della Rai, direttore dell’agenzia Ap.Biscom e direttore del TG3, conduce su Rai3 "In 1/2 h", ma ha lavorato anche Repubblica e Corriere della Sera ed è editorialista della Stampa. Ora si metterà alla prova con il web e con il mix tra quotidiano online e aggretore di blog che caratterizza da sempre l'Huffington Post. Il lancio del portale è previsto a settembre

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di W.A.S.P.

W.A.S.P.

Mer, 09/05/2012 - 14:17

e' il primo commento???? allora no comment!

Ritratto di madmatte

madmatte

Mer, 09/05/2012 - 14:59

come si dice..tirarsi la zappa sui piedi ....con tutta la gente che c'è..prendono una delle più inutili ...come inizio non ci siamo propio ..

no b.

Mer, 09/05/2012 - 15:10

chissà perchè non hanno chiamato Ferrara o Minzolini!!

Paulusx

Mer, 09/05/2012 - 16:19

Incredibile. adesso persino i capitalisti americani sono diventati 'comunisti' " Non c'è più religione e Silvio la prenderà malissimo !

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 09/05/2012 - 16:51

senti senti che curriculum vitae: tg3 , repubblica, corriere della sera....ma gli americani volevano una ragazza immagine ed eccola li' , la bella Lucia.

federossa

Mer, 09/05/2012 - 16:51

Il primo commento che leggo è BELLISSIMO! Tra pochi mesi gli Americani "rifarrao" lo sbarco di ANZIO, per liberarci dei COMUNISTI e CATTOCOMUNISTI! Quanto ci costa questa operazione?....aumenteremo il canone? per pagare un personaggio che INSULTA l'ITALIA???

Ruy Diaz

Mer, 09/05/2012 - 17:14

Sarà una M'huffington.

idleproc

Mer, 09/05/2012 - 17:34

Non sono "comunisti", sono solo residuati dello stalinismo, culturalmente illiberali e reazionari nella prassi politica. Partono dal presupposto di essere possessori della Verità che calano dall'alto e quando questa contrasta con la realtà, è la realtà che viene modificata a mezzo propaganda. Quando falliscono politicamente come con l'alleanza acritica con le forze che hanno guidato il processo di globalizzazione dei mercati e della circolazione dei capitali che forse pensavano di "gestire", la colpa è sempre degli altri. Sono perfetti per i cosiddetti "poteri forti" per fornire una base sociale che questi non avrebbero. Lo scopo è solo il potere in quanto tale. Alcuni sono anche in buona fede, la malafede non è mai scontata. E' una forma mentis maturata con la formazione politica di base nel loro habitat italo-stalinista.

jack1

Mer, 09/05/2012 - 17:52

se voleva fallire prima di partire, la testata ha scelto la persona giusta ... Oramai è provato, se vuoi diventare un morto di fame fatti guidare da un comunista...e sarai accontentato...

andrea24

Mer, 09/05/2012 - 17:59

Cercherò di non essere esterofilo,perciò non piangerò di gioia se un giornale americano decide di venire a fare propaganda diretta anche da noi. Certo,la testata americana poteva scegliere un qualcosa di "indipendente" ed "obiettivo",però ha scelto la signora Annunziata. Per la gioia di qualche lobbista gay.

pino d.

Mer, 09/05/2012 - 18:11

Gli americani sono quasi sempre brave persone, a volte un po' troppo candide e spesso troppo calvinisti. Pensano che la sinistra italiana sia come quella statunitense, tendenzialmente liberal, ovvero rispettosa dei doveri e dei diritti di tutti, anche degli avversari. Pensano che i giornalisti italiani di sinistra, siano giornalisti che ragionano di politica, aiutando i lettori a capire che cosa vorrebbero realizzare i politici di sinistra. Non immaginano che i giornalisti italiani di sinistra son politici che usano il giornalismo solo per parlar male degli avversari e non far capire agli elettori qual è il progetto politico della sinistra. Vengon qui, e si beccano Annunziata, che intervista pretendendo che d'esser solo lei a parlare, e pretende che l'intervistato si limiti a dir sempre si, si, sississi, alle sua affermazioni travestite da domande. -E' vero che lei ha sei gambe e tre teste? -Si, è vero. Come è brava, lei, Signora Annunziata, lei sa proprio tutto... pino d.

pino d.

Mer, 09/05/2012 - 20:00

Sarà un caso? "Huffing", che intimidisce, che maltratta, che offende e "ton", tonnellata ma anche x 1000. Insomma, come se fosse fatto su misura per Lucia Annunziata e per la sinistra in genere. pino d.

Ritratto di marforio

marforio

Mer, 09/05/2012 - 22:03

Certo in italia basta essere comunisti e anche gli anal fabeti scalano posizioni di successo. Questo sguardo maliardo prima della guerra non aveva possibilita di uscire da un istituto di bellezza.

vittoriomazzucato

Gio, 10/05/2012 - 10:16

Sono Luca. "Come è piccolo il mondo". Per curiosità sono andato a vedere come Huffington Post viene impaginato on-line e ho visto che è come il Fatto Quotidiano. Chi si è copiato, IL Fatto penso. GRAZIE.

corto lirazza

Gio, 10/05/2012 - 14:59

vista la scelta fra la gruber e l'annunziata, deduco che Huffington Post sia un gruppo di estrema destra...

prodomomea

Ven, 11/05/2012 - 10:49

Personalmente ho seri dubbi che all'età della Signora Lucia (un nome che sa di nonna, come quella nominata dal Carducci in "Davanti San Guido") si posseggano certe conoscenze tecnologiche utili o addirittura necessarie per avere una visione ampia delle potenzialità offerte dal web. Mi sa tanto che è una nomina fatta da sprovveduti oppure una nomina "politica". Molto meglio sarebbe stato un giovanotto di 25/30 anni con una visione moderna! Poi sarebbe interessante sapere a quanto ammonterà il compenso per la Signora, che non sarà poca cosa e che Donna Lucia devolverà agli esodati oppure ai disoccupati, che sono in cima ai suoi pensieri, come si addice agli intellettuali di sinistra, quelli che i proletari li hanno sempre in bocca (ma un po' meno nel portafoglio).