Vieni da me, Eros Ramazzotti nella bufera. La Balivo non ci sta: 'Mi dissocio'

Eros Ramazzotti è finito nuovamente al centro del mirino del gossip nell'ultima puntata del talk televisivo Vieni da Me. Caterina Balivo è intervenuta in difesa del cantante manifestando il suo dissenso rispetto alla polemica scoppiata in studio

Il gossip su Eros Ramazzotti non si placa e torna ad assediare la vita privata del noto cantante. Dopo l'addio a Marica Pellegrinelli i pettegolezzi hanno preso di mira Eros che si è visto affibbiare una sfilza copiosa di flirt veri o presunti. Il cantante "nato ai bordi di periferia" di Roma è stato nuovamente travolto dall'ondata implacabile del gossip nella puntata odierna del talk televisivo Vieni da me. L'artista è stato al centro delle polemiche e dei discorsi affrontati nel salotto pomeridiano di Caterina Balivo, nell’ultimo appuntamento prima della sospensione del programma decretata dai vertici Rai a causa dell'emergenza Coronavirus. La vita privata di Ramazzotti è diventata bersaglio del fuoco incrociato di due ospiti della conduttrice dotati di una vis polemica pungente. In studio, infatti, erano presenti i giornalisti Alessio Poeta e Stefano Dominella, che hanno affilato le loro armi disquisendo del tema di fondo della puntata: i gossip più sicculenti e piccanti sui vip di "casa nostra". Nella carrellata di nomi famosi finiti sotto il torchio stritolatore del giornalista Poeta e dell'esperto di tendenze Dominella ha fatto capolino proprio l'ex marito di Michelle Hunziker a causa delle ultime voci di gossip circolate su di lui.

Qualche settimana fa il cantante è stato paparazzato sulle spiagge assolate di Miami in compagnia della pittrice Valentina Bilbao. Evento che ha scatenato un'ondata plateale di gossip che ha travollto e infastidito Eros Ramazzotti. Il dibattito tra gli ospiti e la padrona di casa del programma di Rai1, dai toni accesi, è degenerato, scivolando nella critica aspra e irriverente. Ciò ha inquietato e urtato la sensibilità di Caterina Balivo, da sempre rispettosa della privacy dei personaggi famosi. I due ospiti dalla favella effervescente hanno passato al setaccio le ulitme vicende amorose di Ramazzotti puntando il dito contro di lui per la sua scelta alquanto discutibile e ipocrita di pretendere il rispetto della sua privacy in quel di Miami. La Balivo non ha condiviso i toni eccessivi e le parole dure di Poeta a Dominella nei confronti del cantante romano, e ha preso nettamente le distanze dalle loro dichiarazioni al vetriolo.

Eros finisce "stritolato" nella tagliola del gossip

Negli ultimi mesi il gossip si è abbattutto come una tempesta su Eros Ramazzoti finito nel mirino dei paparazzi e dei pettegolezzi appena conclusa la storia sentimentale con Marica Pellegrinelli. Il cantamte dopo l'addio alla modella ha sempre mantenuto il riserbo sulle sue relazioni amorose con nuove fiamme evitando di rilasciare alcuna confessione ai media. Ma i personaggi pubblici, si sa, sono continuamente esposti alle curiosità della gente comune e all'invadenza del gossip e, nonostante le sue ritrosie, Eros Ramazzotti è stato "pizzicato" qualche tempo fa dal settimanale Chi in compagnia di un'affascinante donna, una pittrice di fama in Florida. L'artista vive e lavora a Miami, città galeotta che ha favorito l'incontro ravvicinato e intimo tra lei e il cantante italiano. Scoppiata la bomba mediatica, subito Eros ha confutato la notizia, a suo dire, amplificata e costruita ad arte dal magazine diretto da Alfonso Signorini, rispondendo a tono per smentire e calmare le acque. "Possibile che uno non può scambiare due chiacchiere con un’amica che subito parte il tran tran del gossip? Io sono sempre più sconcertato dalla piattezza di questa era allucinante, molto preoccupato per i giovani e i miei figli. Vivere e crescere nelle falsità sarà il male del presente e del futuro. Che qualcuno ci aiuti", ha silurato Ramazzotti.

Il musicsta, adirato per la vicenda, si è attivato per smentire tutte le voci di gossip tramite i suoi canali social. Gli ospiti della Balivo non hanno mandato giù il comportamento tenuto da Ramazzotti e hanno espresso il loro parere al rigurado. Poeta e Dominella hanno contestato il "gioco sporco" di alcuni vip, includendo nella lista nera anche Eros, invitandoli a gettare la maschera e a non nascondersi dietro un dito invocando il diritto alla privacy quando in realtà cercano spasmodicamente visibilità e clamore pubblico. A parere loro la reazione di Ramazzotti è stata inopportuna essendo un personaggio famoso. Ma la conduttrice non gliel'ha fatta passare, e ha manifestato il suo dissenso rispetto alle loro posizioni rigide e troppo critiche, prendendo le difese dei vip che secondo la Balivo hanno il diritto sacrosanto di vivere nella massima libertà la propria vita.

Il giornalista e il fashion addict hanno contestato la dura sfuriata sui social da parte del cantante, riferendo ironicamente che se desiderava la sua intimità e non essere immortalato dai flash dei paparazzi avrebbe dovuto scegliere una meta vacanziera meno mondana, diversa da Miami che pullula di personaggi del jet set mondiale. I due hanno ribadito che il cantante essendo un personaggio noto era inevitabile non attirasse l'attenzione dei fotografi, i quali non aspettano altro che "beccare" un vip in flagrante in dolce compagnia. Questa è l'altra facciata della medaglia, il prezzo non tanto alto che tutti i personaggi pubblici devono pagare. Non essendo presente in studio Ramazzotti e non potendo replicare alle accuse velenose, Caterina Balivo si è scagliata in difesa del cantante dichiarando con veemenza: "No, mi dispiace, ma io mi dissocio da questo. Possibile che uno non può scambiare due chiacchiere con una che subito finisci sul giornale?". La Balivo su alcuni aspetti sensibili non transige e diventa irremovibile quando si tira in ballo la vita privata di una persona, pur se trattasi di un vip.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.