Ferilli e Buy fanno lo spot alle unioni omosessuali: "Ancora troppi pudori..."

Al cinema col primo film su una coppia lesbica, le due attrici rilanciano: "Serve una legge sulle unioni civili"

Ferilli e Buy fanno lo spot alle unioni omosessuali: "Ancora troppi pudori..."

Sabrina Ferilli e Margherita Buy sono due donne che si amano. Al cinema, ovviamente. Mentre in Senato si dibatte del ddl Cirinnà sulle unioni civili tra omosessuali, le due attrici sono le protagoniste del film Io e lei (nei cinema dal primo ottobre) commedia sentimentale firmata da Maria Sole Tognazzi.

Nel film, il primo italiano a parlare di una coppia formata da due donne, Sabrina Ferilli interpreta Marina, attrice, lesbica da sempre, famiglia proletaria, modi spicci e battuta pronta. Margherita Buy, la sua compagna, è Federica, architetto, famiglia borghese, un passato da etero, un figlio. E su Oggi raccontano la propria esperienza sul set. "Con Margherita - spiega la Ferilli - non è stato difficile entrare in questo ruolo, anzi". E la Buy aggiunge: "Per dirla tutta, sul set mi è capitato di essere più imbarazzata con un collega maschio".

La Buy e la Ferilli svelano che per recitare hanno osservato le amiche che vivono con altre donne. "Ho copiato alcuni piccoli gesti, delle tenerezze", spiega Sabrina. "E io ho cercato di essere un po’ più 'asciutta' - precisa Margherita su Oggi - nel modo di muovermi e di vestirmi". "Ma non è stato difficile, non è che io nella vita di tutti i giorni sia così diversa".

Entrambi, poi, spezzano una lancia a favore dei diritti delle coppie omosessuali. "Sarebbe ora di avere una legge sulle unioni civili - dicono - però in Italia anche i più illuminati hanno dei pudori, delle incertezze". E la Buy svela: "Girando questo film c’è stato chi mi ha chiesto: 'Ma proprio su questo tema, perché?'".

Autore

Commenti

Caricamento...
Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento