Cultura e Spettacoli

Giorgio Mastrota: "Per colpa del successo non sono stato un bravo marito per Natalia Estrada"

Ai tempi troppo concentrato sulla carriera per l'incredibile successo televisivo negli anni Novanta, oggi il conduttore ammette che avrebbe dovuto fare di più per salvare il suo matrimonio con Natalia Estrada

Giorgio Mastrota: "Per colpa del successo non sono stato un bravo marito per Natalia Estrada"

Non sono mai stato egoista, però all’inizio della mia carriera di marito non ero il massimo, non sono stato molto bravo devo ammetterlo”. Parola di Giorgio Mastrota che, ospite ieri di “Storie Italiane”, ha fatto pubblicamente mea culpa sul suo matrimonio naufragato con l'ex showgirl e attrice Natalia Estrada, con cui è stato sposato dal 1992 al 1998.
Guardando commosso il filmato mandato in onda da Eleonora Daniele, con le immagini del conduttore insieme alla figlia Natalia e all’ex moglie Natalia Estrada, Mastrota ha ammesso che la loro è stata vera una favola d'amore che però non ha resistito alla pressione dell'attenzione mediatica a cui entrambi ai tempi del loro matrimonio erano sottoposti.

All’inizio della mia storia bellissima con Natalia Estrada eravamo coinvolti in questo grande successo dei primi anni Novanta dove la tv era come la rete di adesso. Eravamo la coppia del momento e presi da questo turbinio ci siamo voluti un gran bene, ma abbiamo bruciato le tappe troppo velocemente. È rimasto un frutto meraviglioso che è nostra figlia e ci ha resi orgogliosi e ora nonni, però in quel momento avevo la testa altrove per essere un bravo marito”, ha detto il conduttore.
Parlando poi di sua figlia, che si chiama, come da tradizione spagnola, proprio come sua madre, Mastrota ha detto che ha deciso sin da giovanissima di tenersi sempre ben lontana dal mondo dello spettacolo. “Natalia è sposata con una guida alpina e vive a Chamonix. Non ne ha voluto sapere del mondo della tv, non le è mai interessato. La separazione tra me e sua madre è stata burrascosa, ma siamo stati sempre attenti nel cercare di non farla soffrire e per questo decidemmo per l’affido congiunto”, ha concluso.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?

Commenti