Grave lutto per Silvia Toffanin: è morta la mamma

Si è spenta dopo una lunga malattia Gemma Parison, mamma della conduttrice Silvia Toffanin

E’ scomparsa oggi dopo una lunga malattia Gemma Parison, mamma della conduttrice Silvia Toffanin. La signora Parison era malata ormai da mesi ma da qualche giorno le sue condizioni erano peggiorate. La notizia di questa scomparsa è stata diffusa tramite l’agenzia Ansa, nessuna dichiarazione al momento da parte della presentatrice da sempre molto gelosa della sua privacy. Della sua famiglia d’origine si sa infatti molto poco. La Toffanin (41 anni) ha una sorella di nome Daiana e del suo passato ha rivelato qualcosa solo in una intervista di qualche anno fa.

La sua è sempre stata una famiglia semplice che ha vissuto nell’intimità di Cartigliano un paese in provincia di Vicenza dove la Toffanin è cresciuta soprattutto con i nonni visto che i genitori lavoravano. “Il nonno mi raccontava i pettegolezzi del posto - ha ricordato -Mi coinvolgevano nelle loro attività: rosario, processione durante il mese della Madonna. Briscola, Settebello”. Molto tenero anche il rapporto con i genitori, soprattutto con la mamma a cui era particolarmente legata e che l’ha sempre spinta a viaggiare e ad andare avanti nella vita: “Vai, viaggia, non fare come me che sono rimasta qui. Lo stesso mio padre anche se era davvero un tipo geloso. Era come se mi stesse dicendo: ‘Io ti ho insegnato a camminare, ora tocca a te'”.

Di strada la conduttrice ne ha fatta molta, dopo gli inizi a Miss Italia e come Letterina a Passaparola, storico quiz show di Gerry Scotti, ha cominciato a lavorare come conduttrice a Mosquito, Nonsolomoda e Popstars. È quindi sbarcata a Verissimo, lo show del sabato pomeriggio che conduce ormai dal lontano 2006. “Da bambina sognavo di avere tanti vestiti -aveva raccontato nell’intervista - e a 14 anni, con i soldi dei primi lavori, servizi fotografici per cataloghi di negozi della zona, in genere tute da sci, ho cominciato a comprarli da sola. Mia madre ha conservato di sicuro i cataloghi. Me ne sono andata di casa che avevo sulla parete i poster di Claudia Schiffer, sul letto i pupazzi, ed è ancora tutto lì. La mia cameretta è rimasta intatta”.

Una famiglia molto unita a cui ora è venuta a mancare un vero perno. Le esequie si terranno in forma strettamente privata.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Popi46

Gio, 29/10/2020 - 19:30

È nella natura veder morire una mamma,la tragedia è quando muore una figlia