"Hai l'obbligo vaccinale", "Volete rincorrere la gente?". Scontro tra Merlino e Paolo Brosio

La conduttrice ha punzecchiato il giornalista sull'obbligo vaccinale e Brosio le ha risposto così

"Hai l'obbligo vaccinale", "Volete rincorrere la gente?". Scontro tra Merlino e Paolo Brosio

Gli animi si sono decisamente scaldati nell'ultima puntata de L'aria che tira, il programma di attualità condotto da Myrta Merlino su La7. La conduttrice ha messo alle strette Paolo Brosio che, con i suoi 65 anni, è soggetto a obbligo vaccinale. La pungente osservazione della Merlino, però, ha scatenato la rabbia del giornalista, che ancora una volta ha fatto dichiarazioni imbarazzanti sul vaccino e sulla sua efficacia.

A innescare la discussione è stato l'appunto che Myrta Merlino ha fatto mentre uno degli ospiti stava parlando dell'elevato numero di no vax ricoverati nelle terapie intensive. Con il telefonino in mano, la conduttrice ha ironizzato sull'età di Paolo Brosio: "Devo chiedere una cosa a Brosio, perché sembra un ragazzino ma su Google dice che i 50 anni li hai passati caro Brosio. Quindi sei soggetto all'obbligo vaccinale. Il fatto che tu sia guarito vale solo alcuni mesi".

Secondo le disposizioni attualmente in vigore, infatti, l'obbligo vaccinale per gli over 50 sussiste anche in caso di guarigione dal Covid, ma diventa obbligatorio a sei mesi dalla data di guarigione. Una data alla quale si sta avvicinando il giornalista, che a settembre aveva annunciato di avere sconfitto definitivamente il virus.

Tutt'altro che sorpreso dalla domanda della Merlino, Paolo Brosio ha provato prima a tirare in ballo l'epidemiologa Stefania Salmaso, anche lei ospite in collegamento esterno, poi è tornato a delirare sul vaccino: "Parliamoci chiaro è un farmaco genico sperimentale, la cui sperimentazione scade nel 2023, è stata data l'autorizzazione in via transitoria per l'epidemia. Visto che non c'è un obbligo di legge, uno sceglie se farlo o meno".

Myrta Merlino ha prontamente replicato, smentendo l'affermazione di Brosio: "Ma non è vero, cosa dici. L'obbligo di legge c'è dai 50 anni in su". Ma il giornalista non si è fermato e ha alzato i toni della discussione: "Abbiamo vaccinato il 90% degli italiani? Allora cosa volete fare rincorrere la gente dai Carabinieri con la siringa? Siamo un paese democratico, non una dittatura. Il problema è che il vaccino non funziona, non dei non vaccinati". Mentre Brosio proseguiva con la sua invettiva, Myrta Merlino gli ha tolto la parola, passandola all'epidemiologa: "Non è possibile, non puoi dire questo. Deve rispondere la Salmaso, io non so più come dirlo". Microfono staccato e parola all'esperta come già era successo in altre occasioni proprio nel programma di La7.

Commenti