Spunta la biografia di Harry e Meghan che può distruggere la regina

Harry e Meghan avrebbero collaborato alla stesura di una biografia che restituirebbe un ritratto impietoso della royal family e le cui rivelazioni potrebbero perfino far vacillare la Corona

Spunta la biografia di Harry e Meghan che può distruggere la regina

In questi giorni la royal family inglese potrebbe avere una strana sensazione di dejà vu. Quasi si fosse ritrovata a guardare un film già visto e per nulla piacevole. La storia di un divorzio, delle successive polemiche, di indiscrezioni più o meno piccanti e, infine, di una biografia piena di particolari scandalosi, concepita con la collaborazione del soggetto stesso dell’opera. No, non stiamo parlando di Lady Diana, bensì di Harry e Meghan. Biografia compresa. Secondo quanto rivelato da Vanity Fair i duchi di Sussex avrebbero approvato un libro sulla loro vita dal titolo “Thoroughly Modern: the Real World of Harry e Meghan”. Pagine colme di presunti retroscena sulla Megxit e sulla vita a corte della coppia che nessuno avrebbe mai dovuto leggere e tantomeno scrivere.

Se la notizia fosse vera, si tratterebbe di una biografia ancora più esplosiva rispetto all’ormai celebre “Diana. Her True Story” di Andrew Morton, poiché redatta con l’aiuto di un discendente diretto della regina Elisabetta. In queste ore tutti i tabloid stanno parlando della possibile esistenza del libro-bomba di Harry e Meghan, addirittura è trapelata la notizia secondo la quale il volume sarebbe composto da 320 pagine che verranno pubblicate il prossimo 11 agosto. Tuttavia non vi è ancora nulla di certo né di confermato, dunque è necessario mantenerci in equilibrio sul filo del dubbio.

Secondo i rumors la biografia sarebbe stata scritta dalla produttrice Carolyn Duran e dal giornalista di Harper’s Bazaar Omid Scobie. Il Daily Mail ha definito quest’ultimo una “cheerleader di Meghan” e pare che il libro abbia il preciso intento di mostrare un’immagine positiva di Harry e Meghan a scapito della royal family. In un certo senso i Sussex sarebbero descritti come delle vittime dell’atmosfera chiusa e tradizionalista che si respirerebbe a corte. Harry e Meghan avrebbero concesso un’intervista agli autori della presunta biografia, raccontando la loro versione dei fatti a proposito delle dinamiche famigliari che avrebbero causato la Megxit e il successivo trasferimento negli Stati Uniti.

Stando alle voci trapelate dai tabloid, i Sussex avrebbero mostrato scarso rispetto per la regina Elisabetta e per tutti gli altri Windsor, costruendo con parole dure come pietra un muro invalicabile tra loro e Buckingham Palace. Il principe Harry e sua moglie avrebbero confessato di non essere andati via per loro scelta, ma perché allontanati, spinti in un angolo dai parenti. Se questa biografia fosse davvero nella cassaforte di un editore, pronta per la stampa entro pochi mesi, per la royal family sarebbe un nuovo, devastante colpo. Dopo la Megxit e lo scandalo Epstein la Corona tornerebbe a vacillare sul capo della regina Elisabetta.

Stavolta, però, il danno non sarebbe procurato da una ex nuora, ma da un nipote sesto in linea di successione. Lasciamo da parte il livello di veridicità delle affermazioni sia nel caso di Lady Diana che nel caso (presunto) di Harry e Meghan (le versioni dei fatti potrebbero essere vere, false o perfino una via di mezzo, ma spesso è difficile capirlo). La differenza tra le due biografie è evidente. Nel caso della principessa del Galles i giochi erano ormai fatti al momento della stesura del testo. Diana non sarebbe mai diventata regina consorte e il matrimonio con il principe Carlo era ormai un cumulo di cocci impossibile da rimettere insieme. Il libro di Andrew Morton ha fatto scoppiare uno scandalo, ma la royal family era compatta di fronte a un elemento ormai esterno, Diana appunto. Buckingham Palace tremò, tuttavia non venne intaccata alle fondamenta la credibilità della Corona e della monarchia.

Il presunto libro approvato da Harry e Meghan, invece, sarebbe ben altra cosa. Il duca di Sussex non avrebbe (sottolineiamo il condizionale) solo infangato la sua famiglia d’origine, cosa già grave, ma anche l’istituzione di cui fa parte e della quale, in teoria, potrebbe perfino diventare capo. Ipotesi magari improbabile, ma non impossibile. Si tratterebbe di un comportamento contraddittorio, soprattutto perché al momento della Megxit i Sussex hanno specificato di voler continuare a servire la Corona. Harry e Meghan rischierebbero di avvelenare un metaforico “albero” a cui le loro radici sono ancora parzialmente aggrappate.