Cultura e Spettacoli

The island, il film con Scarlett Johansson accusato di plagio

The island è un film distopico diretto da Michael Bay che ha affrontato dei problemi legali quando è stato accusato per plagio

The island, il film con Scarlett Johansson accusato di plagio

The island è il film di fantascienza del 2005 che va in onda questa sera alle 20.59 sul canale 20 Mediaset. Diretto da Michael Bay, The island fu il primo film di Michael Bay a non essere sostenuto economicamente dal produttore e collega Jerry Bruckheimer che aveva sempre prodotto i film del regista della saga Transformers. Inoltre, The island fu una pellicola che andò incontro a non pochi problemi legali.

The island, la trama

Quasi come in una cupa premonizione del futuro, The island racconta una realtà distopica ambientata nel 2019, in cui la vita sulla Terra e il pianeta stessi sono stati devastati da una contaminazione globale che ha reso pressoché impossibile vivere in superficie. Coloro che sono riusciti a scampare alla distruzione del pianeta hanno però trovato rifugio all'interno di una struttura tecnologicamente avanzata, dove la vita è governata da regole rigide che, a loro volta, si basano su costrutti sociali e algoritmi che rendono l'esistenza un'esperienza quasi straniante. L'unico barlume di gioia ed emozione all'interno di questo luogo è dato dalla lotteria che la Struttura organizza per eleggere i coloni che possono abbandonare il rifugio e andare a vivere su uno dei pochissimi posti ancora incontaminati sulla Terra, un'isola sperduta che rappresenta davvero una specie di paradiso e di sogno ad occhi aperti per i coloni.

Tuttavia Lincoln-6-Echo (Ewan McGregor) non è sicuro che i dirigenti della Struttura stiano dicendo la verità e comincia a interrogarsi sulla narrativa ufficiale della Struttura. Quando, un giorno, si imbatte in un insetto capisce che sulla Terra la vita sta, in qualche modo, continuando. Si tratta solo della punta dell'iceberg, perché ben presto l'uomo scoprirà anche la vera destinazione della lotteria e farà di tutto per salvare l'amica Jordan-2-Delta (Scarlett Johansson), che nel frattempo ha vinto un biglietto per l'agognata isola.

L'accusa di plagio

The island è uno dei tanti film che, utilizzando il genere della distopia, vogliono raccontare il percorso discendente dell'umanità, la storia di una razza che sta andando incontro alla propria distruzione, perpetrata con le proprie mani. La distopia ha proprio il compito di portare all'estremo l'attuaità, di trasformarla in un regno di terrore e di tirannia, per mettere gli spettatori davanti a una possibilità di futuro. Proprio perché il tema è stato molto spesso affrontato ed è un tipo di narrativa molto caro nell'industria di Hollywood, non sorprende che il film di Michael Bay non brilli per originalità o che abbia, al suo interno, degli elementi che sanno di già visto e che ricordano altri prodotti. A sorprendere, invece, è il fatto che The island sia stata accusato di plagio perché le somiglianze con un altro film specifico erano troppe e troppo evidenti per far pensare a una semplice coincidenza.

Come riporta Coming Soon, Robert S. Fiveson, regista del film del 1979 The Clonus Horror, denunciò il film di Michael Bay per plagio. Con una causa contro Dreamworks e Warner Bros, il regista accusò The island di aver violato il diritto d'autore e, secondo il sito dell'Internet Movie Data Base, portò in tribunale circa 103 prove a sostegno della sua tesi. Centrotré elementi che mettevano in luce le somiglianze tra il proprio film e quello con Ewan McGregor e Scarlett Johansson. Secondo IMDB, la corte stabilì che Robert S. Fiveson aveva presentato un caso prima facie, vale a dire una causa con fatti e prove ben evidenti, che aveva il diritto di essere affrontata. Tuttavia prima che si potesse dibattere il caso in tribunale davanti a una giuria, la Dreamworks accettò di patteggiare nella causa di violazione del diritto d'autore. Il patteggimento venne concluso sulla base di un accordo economico strabiliante, di cui però non vennero mai divulgate le cifre esatte.

Commenti