Cultura e Spettacoli

James Blunt piange per il padre malato

Nel video musicale di Monsters, James Blunt parla al padre malato, che ha recentemente subito una delicata operazione per un trapianto di rene

James Blunt piange per il padre malato

Uno dei cantautori inglesi più amati, negli ultimi anni, ha segnato il suo ritorno sulle scene musicali. "Don't watch this" ovvero "Non guardatelo", è il messaggio che James Blunt ha lanciato su Twitter, a corredo di un post contenente il link del nuovo video, che ufficializza il lancio del suo ultimo singolo. Si tratta di una struggente ballad dal titolo Monsters, che l'artista 45enne originario di Tidworth (città dell’Inghilterra, ndr) ha voluto dedicare al padre. Quest'ultimo ha di recente appreso di essere al quarto stadio della sua insufficienza renale cronica ed è stato, fino a poco tempo fa, in attesa di un trapianto di rene. 'Monsters', l'equivalente inglese di 'Mostri', è il titolo del quarto singolo estratto dall'album Once upon a mind, pubblicato da Blunt nel 2019. Il video musicale del brano è particolarmente struggente e, nel giro di poco tempo, ha già fatto incetta di like e commenti, in rete.

Il cantautore inglese, classe 1974, che il prossimo 22 febbraio celebrerà il compimento dei suoi 46 anni, parla al padre e di suo padre nel suo ultimo video musicale, dove finisce in lacrime. Sono, non a caso, pregne di dolore le parole che rivolge all'uomo che lo ha messo al mondo, il colonnello Charles Blount, nella sua nuova canzone.

"Non sono tuo figlio e tu non sei mio padre -canta in Monsters-. Siamo due adulti che stanno per dirsi addio. Non c'è bisogno di perdonare, non c'è bisogno di dimenticare. Conosco i tuoi errori e tu conosci i miei. Mentre stai per addormentarti, io cercherò di renderti fiero di me. Quindi papà, non vuoi chiudere gli occhi? Non avere paura, adesso è il mio turno di scacciare via i mostri".

Il video di Monsters, pubblicato dall'artista a gennaio 2020, ha ad oggi raggiunto la cifra di oltre 6 milioni di visualizzazioni. Tuttavia, oltre ai mi piace, per lo stesso non sono mancati i non mi piace e i commenti, su YouTube.

"Solo alle persone crudeli non potrebbe piacere il video in cui si piange perché il proprio padre ha bisogno di un nuovo rene", si legge in un commento riportato da un utente, in risposta ai non mi piace segnati dal video di Monsters. Poi, emerge, il commento di un altro utente, che elogia James Blunt: "Nessuna ragazza, niente soldi, nessun'automobile, nessun balletto, niente sesso, niente droga. Solo un uomo che canta versi emozionanti". Infine, c'è chi ha rivolto un pensiero al proprio papà: "A mio padre è stato diagnosticato un tumore al cervello. Ho 17 anni e il mio fratellino ha 9 anni. Non voglio che mio padre lasci mio fratello così presto. Questa canzone mi aiuta ad essere forte, in questi giorni. Grazie mille e buona fortuna, James".

James Blunt aggiorna i fan sulle condizioni del padre

In un intervento concesso, in questo mese, al programma Loose Women, James Blunt ha fatto sapere che il padre ha ricevuto un rene da parte di un donatore, che porta il suo cognome, Charlie Blunt. E, a 10 giorni dall'avvenuto intervento di trapianto, il cantautore inglese ha fatto sapere al Daily Mail Uk che il padre "sta bene". Nella nuova intervista, rilasciata alla nota fonte, si è anche detto grato al donatore: "Il suo è un gesto straordinario".

Commenti