Lee Ryan al centro di uno scandalo: vendute alcune sue chat sexy

L'ugola d'oro dei Blue, Lee Ryan, è coinvolto in un nuovo sexual affair: è a quanto pare stato venduto in rete il contenuto di alcune sue chat bollenti

Quella dei Blue può dirsi una delle boyband britanniche più amate nel mondo. Dopo aver riscosso molto successo dal 2001 al 2005 e l'inaspettato scioglimento durato negli anni successivi fino al 2011 - anno in cui ha segnato la sua reunion rappresentando il Regno Unito all'Eurovision Song Contest- è tornata al centro del gossip per via di uno scandalo a luci rosse che ora vede coinvolto uno dei suoi componenti. Si tratta di Lee Ryan. Non è la prima volta che il cantante britannico si ritrova coinvolto in un "sexual-affair". Qualche anno fa, l'ugola d'oro dei Blue aveva, infatti, fatto parlare di sé per essere finito immortalato in un video, che lo ritraeva in atteggiamenti spinti con una ragazza, divenuto poi virale una volta pubblicato in rete da parte della giovane.

E, nelle ultime ore, sono emerse nel web alcune indiscrezioni che vedono Lee coinvolto in un caso analogo a quello che lo aveva visto protagonista in passato. Nello specifico, secondo quanto riportato da BitchyF un utente ha contattato Ryan in alcune chat -fingendo di essere una ragazza - e avuto uno scambio virtuale con l'artista di foto e video hot, per poi vendere il contenuto delle sexy chat in questione su Twitter prima a 15£ e poi scontate a 5 £.

Per il momento, tuttavia, il leader dei Blue non ha ancora commentato le nuove indiscrezioni circolanti in rete sul suo conto.

Lee Ryan e le sua dipendenza

In una recente intervista concessa a Loose Women, Ryan ha spiegato che Duncan James -insieme a Lee, uno dei componenti dei Blue più amati - gli ha consigliato di essere seguito in un centro di riabilitazione, per riprendere in mano la sua vita e liberarsi della dipendenza dall'alcol. Incalzato sulla sua vita privata, ha confidato che all'inizio della sua carriera, avviata quando aveva solo 16 anni nei Blue, amava"fare cose folli con i ragazzi, ma i problemi sono arrivati dopo. Non sapevo ancora che avessi un problema con l'alcol".

Ed è stato proprio l'amico di sempre, nonché compagno di avventura in musica, a fargli capire che avesse una dipendenza. "Duncan mi ha scoperto mentre cercavo nel suo armadio dell'alcol e mi ha spedito in riabilitazione", ha aggiunto.

Se continua a fare uso di alcol? Nell'ultimo intervento e senza troppi giri di parole, Lee Ryan ha ammesso: "Ero dipendente dall'alcol perché ero triste. Ma ora non sono triste, posso concedermi un bicchierino, però so che devo essere cauto. Bevevo in modo molto pesante e non lo faccio più, ho fatto una promessa al mio dottore: ovvero che non toccherò il whisky".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.