Mara Venier piange alla visione del marito: la sorpresa di compleanno

Nella nuova puntata di Domenica In, Mara Venier ha ricevuto in studio il Leone di San Marco e la sorpresa del marito, Nicola Carraro

Nella nuova puntata di Domenica In, il talk-show condotto da Mara Venier, quest'ultima è diventata protagonista di un emozionante spazio televisivo che l'ha vista ricevere diverse sorprese in studio. Proprio ieri, domenica 20 ottobre, è ricorso il compleanno della conduttrice, che ha festeggiato in tv i suoi 69 anni. E, per l'occasione, la primadonna della domenica di Rai1 ha ricevuto da parte del sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, il leone d'oro di San Marco -simbolo della Serenissima (l'appellativo della storica Repubblica di Venezia)- in qualità di ambasciatrice della città di Venezia. "Pensa se lo vedessero mamma e papà", ha dichiarato in lacrime la conduttrice veneziana, stringendo tra le mani il suo prestigioso riconoscimento in diretta dagli studi Fabrizio Frizzi di Roma.

E le emozioni non finiscono qui. Perché poco prima che si chiudesse l'ultima puntata domenicale della sua trasmissione, è entrato inaspettatamente in scena Nicola Carraro, il marito della Venier, giunto in studio per la sua amata da Santo Domingo.

Nicola Carraro e il messaggio per l'amata Mara Venier

Le sorprese per la festeggiata, soprannominata la "Zia d'Italia", erano cominciate ancor prima che fosse trasmessa la nuova puntata di Domenica In. Su Instagram, infatti, Carraro e l'adorata moglie erano divenuti protagonisti di un romantico botta e risposta, che il marito della conduttrice ha mostrato in un video condiviso con i fan. "È da ieri sera che mi dici che sono vecchia!", esclama nella simpatica scenetta l'inarrestabile Mara. E il marito le risponde da fan numero 1: "Non è vero, ti ho solo tirato le orecchie. Sei giovanissima, ti amo e sei la numero uno".

Segui già la pagina di gossip de Il giornale?

Un post condiviso da Nicola Carraro (@provo2000) in data:

Ieri che giornata emozionante

Un post condiviso da Nicola Carraro (@provo2000) in data: