Marco carta confessa: "Sono gay e innamorato"

Marco Carta fa coming out: "Mi faceva soffrire andare in giro e non poterlo fare tenendo la mano alla persona che amavo. Ora sono davvero felice"

Marco Carta confessa a Domenica Live di Barbara D'Urso: "Sono gay e innamorato. I miei genitori sarebbero orgogliosi di me". Accompagnato dalla zia, che l'ha cresciuto, il cantante ha prima raccontato della necessità di essere liberi e poi ha spiegato che il primo bacio che lo ha reso davvero felice è stato con un uomo. Alla fine, Carta ha chiesto un po' di tempo per "salutare una persona speciale, il mio compagno. Non vorrei che ci siano delle critiche".

Il cantante ha spiegato: "Mi faceva soffrire andare in giro e non poterlo fare tenendo la mano alla persona che amavo. Per me è una scelta di libertà, voglio liberare la mia anima e voglio liberare la mia musica, il mio pugno, il mio scrivere". Marco fa così coming out, mettendo a tacere tutto quello che si diceva sul suo conto. E annunciando di essere felice.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

oracolodidelfo

Dom, 28/10/2018 - 16:51

Fai felice anche noi. Smettila con le tue sciocche canzoncine.

carpa1

Dom, 28/10/2018 - 17:30

E chi se ne frega!

Malacappa

Dom, 28/10/2018 - 17:31

E chi se ne frega

sparviero51

Dom, 28/10/2018 - 19:16

CONTENTO LUI !!!

ziobeppe1951

Dom, 28/10/2018 - 19:50

Ci dev’essere in giro un virus.......

Ritratto di makko55

makko55

Dom, 28/10/2018 - 20:36

@ziobeppe1951, si e il nome scientifico è rikeonis inkulabis ! Cordialità.

Divoll

Dom, 28/10/2018 - 20:56

Basta solo che non si tengano per mano in pubblico. Ce lo risparmino.

un_infiltrato

Lun, 29/10/2018 - 01:21

Sorprende rilevare come alcuni commentatori si pongano nei confronti dell'omosessualità, come si trattasse di una scelta volontaria (anche da deridere) e non già di una condizione esistenziale, come tale, meritevole di semplice rispetto umano.

Ritratto di beatoangelico

beatoangelico

Lun, 29/10/2018 - 11:12

ziobeppe1951@, e nessuno sospetta chi siano i responsabili occulti della sua diffusione. Si chiama état d'esprit, lo sanno infondere da veri Maestri.