Marco Carta e il coming out: "Mi chiedevano se fossi etero"

Riattivatosi sul suo profilo Instagram il vincitore della settima edizione di Amici, Marco Carta, ha risposto ad alcune domande dei follower, senza lesinare parole sul suo coming out

Marco Carta e il coming out: "Mi chiedevano se fossi etero"

Il vincitore della settima edizione di Amici di Maria De Filippi si è riattivato sui social, per intrattenersi con il mondo esterno e intrattenere i fan in questi difficili giorni di quarantena, disposta nel Belpaese come misura anti-coronavirus. Si tratta di Marco Carta. Che, in una diretta condivisa negli ultimi giorni su Instagram con gli utenti, ha consentito a quest'ultimi di rivolgergli delle domande. E, in occasione del "Q&A" in questione, ha in particolare parlato del suo coming out - di cui tratta il suo libro autobiografico Libero di amare - definendolo un "obbligo".

“Io l’ho vissuto come un obbligo - ha così esordito in diretta, su Instagram-, perché mi chiedevano se fossi etero, gay, bisex, come se a loro cambiasse qualcosa ed è di una tristezza infinita”. L'artista sardo rivelava il suo orientamento sessuale al pubblico televisivo in un'intervista concessa lo scorso ottobre a Domenica live, talk-show condotto da Barbara d'Urso. E, incalzato dalle domande degli utenti, nel suo nuovo intervento social ha proseguito rivolgendo non troppo velatamente un messaggio agli hater: “Oggi potrebbero fermarmi per strada e dirmi ‘sei fro*io’. Ogni tanto ricevo qualche messaggio dove mi scrivono cose del genere. Non provo dolore, provo soltanto profonda tristezza solo per chi lo dice”.

Oltre a parlare del noto coming out, ha anche rivelato al web di non riuscire ancora a superare la paura di sottoporsi ai prelievi per le donazioni di sangue: “Mi piacerebbe, ma ho sempre problemi quando faccio i prelievi”.

Qualcuno, connessosi con lui in diretta su Instagram, gli ha chiesto se avesse intenzione di tornare a calcare il palco del Festival di Sanremo. E un hater gli ha rivolto un attacco, dandogli pubblicamente dello "iettatore":“Non puoi andare a Sanremo. Sei come Mia Martini, porti sfiga”. Ma, all'ultimo attacco social ricevuto, Carta ha prontamente ribattuto rivolgendo al diretto interessato un messaggio piccato:“Hai pure il coraggio di mettere come foto profilo un bambino. Dovresti semplicemente vergognarti di non portare rispetto per l’arte, per la grandissima artista che era Mia Martini”. E ha aggiunto: “Credi ancora in queste cose, provo pena per te. Raccogli i tuoi cocci nella vita e fatti un mea culpa perchè se non lo farai, finirai proprio in tragedia. Mi dispiace dirtelo”.

Marco Carta in quarantena

Nella descrizione di un nuovo post condiviso su Instagram nella giornata di sabato 12 aprile, Marco Carta ha fatto sapere di essersi dedicato alla cura del suo giardino, per poi dirsi speranzoso di tornare ad esibirsi presto sul palco. "Oggi mi sono dedicato alle cose da giardino - si legge nel nuovo messaggio social condiviso a corredo di due foto-, dopodiché ho deciso di cambiare almeno per un po’. Non vedo l’ora di stare sul palco #visavis #quarantena #newlook #garden #worldpaper".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti