Miss BumBum e l'iniziativa social per fronteggiare l'emergenza coronavirus

Miss BumBum, ha deciso di mettere all'asta le sue magliette di Messi, la sua grande passione: "Sto avviando un'asta delle mie magliette ufficiali del Barcellona per raccogliere fondi per l'acquisto di gel alcolici e maschere"

In questi giorni tutti si stanno mobilitando in Europa e nel mondo per dare il loro contributo in questa emergenza coronavirus. Tra di loro anche Miss Bumbum Suzy Cortez nel suo piccolo ha deciso di fare un grande gesto per raccogliere fondi e l'ha fatto postando su Instagram la sua iniziativa che sta già riscuotendo un grandissimo successo. La Cortez, infatti, metterà all'asta le sue magliette dell'idolo Lionel Messi per raccogliere fondi per materiali sanitari e per fare ciò ha messo in risalto le sue forme mozzafiato con il suo post che ha raccolto quasi 20.000 like e una serie infinita di commenti.

Ecco il suo messaggio significativo su Instagram: "Miei cari fan da tutto il mondo, oggi sto avviando un'asta delle mie magliette ufficiali del Barcellona per raccogliere fondi per l'acquisto di gel alcolici e maschere per la popolazione che non può permettersi di acquistarli, dato che sono finiti in farmacia e che su Internet sono molto costosi. Chiedo a tutti di rimanere a casa e di andarsene in giro solo quando è strettamente necessario. Vinceremo questa partita contro il Nuovo coronavirus (COVID-19). Un bacione a tutti".

La Cortez è diventata Miss BumBum in Brasile nel 2015 e nei mesi passati fu bloccata dalla Pulce su Insagram per la sua insistenza nel contattarlo. L'argentino aveva poi tolto il blocco a Susy che aveva ringraziato il 32enne del Barcellona: "Gracias Leo per avermi tolto il blocco su Instagram". Ora quest'iniziativa benefica le farà acquisire ancora più seguaci e follower su Instagram che per una volta avranno modo di apprezzarla non solo per il suo fisico mozzafiato ma anche per la sua grande fisicità.


Segui già la pagina di curiosità de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.