Morto il regista del sequel di Fast & Furious. Aveva 51 anni

è venuto a mancare uno dei registi che ha portato al successo il franchise di Fast & Furious: il cordoglio della famiglia

Morto il regista del sequel di Fast & Furious. Aveva 51 anni

La notizia è trapelata in rete nella serata di ieri. Il regista afroamericano, tale John Daniel Singleton, è venuto mancare per alcuni complicazioni dopo un grave ictus. Molto famoso nell’ambiente cinematografico contemporaneo, si è consacrato dopo che ha diretto il sequel di Fast & Furious.

"È con grande tristezza che annunciamo la morte di nostro figlio – si legge da un comunicato che la famiglia del regista ha inviato ai media -, abbiamo deciso di staccare i macchinari che lo tengono in vita. La decisione è stata straziante, ma almeno, ha smesso di soffrire." A 51 anni e dopo un grave ictus, si spegne un altro grande regista di Hollywood. Prima di dirigere Fast & Furious, John Singleton, a soli 23 anni è stato nominato agli Oscar per "Strade Violente". Si ricorda anche "L’università dell’odio" e "Poetic Justice". Fin dall’inizio ha sempre raccontato la cultura e la storia dei neri, con pellicole di grande impatto visivo, poi ha virato su generi diversi, realizzando appunto il sequel di Fast & Furious nel 2003, Quattro Fratelli e, Abduction, con protagonista l’ex lupo di Twilight. II mese scorso è avvenuto il ricovero, nella notte di ieri, la scelta di staccare i macchinari.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti