"La Nannini restituisca il cachet"

Il Codacons contro la cantante che ha stonato sul palco dell'Ariston: "La Rai le riduca il compenso"

Una "stecca" che potrebbe costare cara a Gianna Nannini, rea - confessa - di un'esibizione non degna del Festival di Sanremo.

"All'Ariston ho fatto un troiaio", ha ammesso la cantante, mentre web e giornalisti giudicavano "imbarazzante" il suo spettacolo. E ora c'è anche chi batte cassa. Come il Codacons che chiede lla Rai di ridurre il compenso da elargirle per "punirla" della stonatura: "Vogliamo che l’azienda renda noto il cachet chiesto dalla Nannini per la sua
partecipazione a Sanremo per capire se sia vera o meno la notizia secondo cui il compenso pattuito ammonterebbe a 30mila euro", dice l'associazione di consumatori, "Non sappiamo quanto incasserà l’artista per la sua presenza a Sanremo, ma crediamo sarebbe un bel gesto se la cantante a seguito di quanto accaduto, rinunciasse del tutto al suo cachet".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.