Naomi Campbell si commuove per l’Italia: "Ti amo, coraggio"

Migliaia di ringraziamenti da parte degli italiani per la Venere Nera, il primo grande nome straniero a pensare al dramma dell'Italia che combatte in solitudine contro il coronavirus, subendo l'emarginazione degli altri stati

Mentre l’Italia è stretta in una morsa a causa del Coronavirus dopo le ultime disposizioni del Governo che hanno blindato la nazione nel disperato tentativo di contenere il virus e ridurre gli episodi di contagio, finalmente dall’estero non arrivano solo insulti da chi ci considera gli "untori" dell’Europa, ma finalmente messaggi di incoraggiamento e di vicinanza. Primo fra tutti quello di Naomi Campbell che non dimentica di dovere tutta la sua carriera all’Italia e a Milano, in particolare. Fu Gianni Versace a scoprirla e lanciarla in tutto il mondo come la sua “Venere Nera” e tutt’oggi la top model è grande amica di Donatella, la sorella del grande stilista.

Naomi Campbell ama a tal punto l’Italia da considerarla la sua vera "madrepatria" e proprio a lei, sconvolta da morti e contagi che continuano a salire, va il suo pensiero attraverso un post in cui ha voluto esprimere tutto il suo sostegno per il popolo italiano impegnato in quella che è una vera e propria guerra al Coronavirus. La top model ha condiviso parole di incoraggiamento tramite un post pubblicato sul suo account Instagram e ha augurato a tutti i cittadini italiani una "pronta guarigione".

"La mia amata ITALIA in cui ho trascorso i primi 3 anni della mia vita. Sono con te. Grazie per avermi sempre abbracciato e avermi dato così tanto amore", ha scritto commossa, aggiungendo anche i significativi hastag "#getwellsoon" (in it. "Pronta guarigione" per chi è stato contagiato) e "#holidayonitaly" (in it. "In vacanza in Italia", a sostegno del nostro turismo). Dopo che la top model si è esposta per prima a lanciare, nel silenzio assordante che circonda l’Italia, lasciata da sola a combattere un’epidemia senza precedenti, oggetto di dileggio e insulti più che di solidarietà, finalmente si sono svegliati anche gli altri amici famosi della star, tempestando la sua bacheca di messaggi di incoraggiamento per l'Italia, tra cui i famosi amici e colleghi del settore moda che hanno anche loro stretto in un abbraccio ideale l’Italia nella sezione commenti del suo post.

Come Michelle Pfeiffer che ha scritto: "L’Italia è anche la mia nazione del cuore", anche lei attirandosi tanti ringraziamenti dagli italiani che seguivano su Instagram finalmente quelle che in fondo rappresentano le voci del mondo che si è finalmente accorto del nostro dramma. Ma a contare sono soprattutto le voci degli italiani. Che in centinaia si fanno sentire nei commenti e pare, dalle loro parole, che quasi non si capacitino che qualcuno abbia capito la solitudine in cui stanno vivendo queste drammatiche giornate.

Non solo gli italiani famosi, quelli che fanno onore al Paese nel mondo, come lo chef Massimo Bottura che scrive a Naomi: "Thanks darling" (in it. "Grazie Tesoro"), ma i milioni di fan di Naomi, commossi per il suo pensiero, perché, come scrive un utente, intercettando la paura vissuta in solitudine in questi giorni dagli italiani emarginati da tutti: "Grazie! Sei l’unica che ha pensato a noi".

Ed è uno tsunami d’amore quello che travolge la top model che ha postato su Instagram l’immagine della nostra penisola incastonata in un cuore con i colori della nostra bandiera. "Grazie mille Naomi! Questo significa molto per noi.Non ci lasciate soli, abbiamo bisogno di tutto" e "L'Italia ti ama e ti amerà per sempre". Ai ringraziamenti da parte degli italiani si aggiungono, per chi legge i commenti, anche le raccomandazioni scambiate tra noi connazionali "a stare a CASA e rispettare quanto disposto dal Governo" perché, come commenta lapidario un utente: "Meglio uno spritz in meno che una bara in più".

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.