"E ora che dici...?". La Russa gela in tv Friedman

Su La7, La Russa attacca il giornalista statunitense: "Insultavi Trump ed elogiavi Biden, che invece è il responsabile di quello che è successo di Afghanistan"

"E ora che dici...?". La Russa gela in tv Friedman

"Ora che mi dice di Biden?". E sul volto di Alan Friedman è calato d’improvviso un certo imbarazzo. Nell’odierna puntata del talk show L'Aria che tira, in onda su La7, il giornalista statunitense è stato messo alle strette da Ignazio La Russa, che ad un tratto gli ha rinfacciato di aver tifato apertamente per l'attuale presidente Usa durante la campagna elettorale per la Casa Bianca. "Lei insultava in maniera vergognosa Trump ed elogiava Biden, che invece è il responsabile terribile di quello che è successo di Afghanistan", ha attaccato il senatore di Fratelli d’Italia, mettendo Friedman sulla graticola.

Nei mesi scorsi, del resto, il giornalista statunitense aveva sparato a zero su Trump ed espresso sperticati apprezzamenti nei confronti del leader democratico, trasformandosi in alcuni casi in una sorta di supporter. Durante un collegamento con UnoMattina, lo scorso gennaio, Friedman aveva persino definito "escort" la moglie di Donald Trump (peraltro senza che il mondo femminista, solitamente solerte, avesse alcun moto di indignazione). Un'affermazione per la quale il saggista a stelle e strisce era stato poi costretto a scusarsi. "Ho fatto una battuta infelice di pessimo gusto", aveva ritrattato.

E la Russa, stamane, non ha fatto sconti al riguardo. "Si vergogni di quello che ha detto di Trump! Io mi ricordo parola per parola quello che diceva, insulti terribili. Vergogna!", ha tuonato il senatore, mentre l’interlocutore statunitense stentava quasi a ribattere. "Cosa sono queste richieste, come se fossimo al bar?", ha balbettato Friedman, salvato dal fatto che la discussione su La7 fosse poi proseguita su altre tematiche d'attualità.

In effetti, passata l’euforia per l’elezione di Biden alla Casa Bianca, gli elogi del giornalista nei confronti dell'esponente dem si sono diradati. Un comportamento in linea con un recentissimo sondaggio della Monmouth University, che dà il gradimento del presidente Usa in drastico calo e attesta una divisione di opinioni tra gli americani in merito alla sua gestione del ritiro dall'Afghanistan.

Commenti