La paura di Chef Bruno Barbieri: "Situazione grave, morte persone che conoscevo"

Il giudice di "MasterChef", intervistato dall’Ansa, ha manifestato tutta la sua preoccupazione per l'emergenza che il suo paese di origine, Medicina, sta vivendo e dove sono morti molti suoi conoscenti

Fino a poche settimane fa lo ammiravamo sul piccolo schermo protagonista, nelle vesti di giudice, del talent culinario "MasterChef". Oggi, a distanza di pochi giorni dalla finalissima, Bruno Barbieri si trova a vivere, insieme a milioni di italiani, l’emergenza Covid-19. Il popolare chef bolognese è colpito da vicino dal dramma che il nostro paese sta vivendo: la cittadina dove è nato e vissuto, infatti, è uno dei comuni più colpiti dai contagi da coronavirus.

Intervistato dall’Ansa, Bruno Barbieri non ha nascosto la sua grande preoccupazione per Medicina, comune in provincia di Bologna, dove vivono amici e soprattutto i suoi familiari: "Mia madre di 86 anni, le mie sorelle, i miei familiari vivono a Medicina. Li sento sempre, più volte al giorno, per sapere come stanno. Manco da mesi, sono provato: la situazione è molto grave. In questi giorni sono morte persone che conoscevo, sono addolorato. Mai come in questo momento bisogna stare uniti e, soprattutto, rimanere a casa. I medicinesi sono tosti, coraggiosi, supereranno anche questo momento".

Chef Bruno Barbieri non ha mai sottovalutato la gravità della situazione, primo tra tutti a chiudere i battenti del suo ristorante "Fourghetti" - inaugurato nel giugno del 2016 nel cuore di Bologna - per la sicurezza dei suoi dipendenti e per quella dei suoi clienti. Il suo messaggio è stato chiaro sin da subito, come ricorda all’Ansa: "In questo momento di grande difficoltà dobbiamo rimanere nelle nostre abitazioni, a costo di mangiare una ciotola di riso al giorno. Dobbiamo essere responsabili anche per rispettare il lavoro instancabile dei medici e degli infermieri. Bisogna imitare la Cina è chiudere tutto, evitare che si diffondano i contagi". Il giudice di MasterChef ha inviato un messaggio di solidarietà al suo paese di origine, convinto che: "Medicina ce la farà, dopo ripartiremo tutti insieme più forti di prima".

Anche lui, come milioni di italiani, sta vivendo in quarantena e sui social - come altri suoi colleghi stanno facendo - chef Bruno Barbieri intrattiene i suoi follower con dirette ai fornelli. Lui, che solo pochi mesi fa aveva confessato di aver fatto una dura gavetta, preparando 600 omelette al giorno su una nave da crociera, oggi insegna sui social come preparare semplici ricette a casa. Un modo per ingannare il tempo e farci sentire tutti un po' più vicini.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.