Pilar: "Fu Gina Lollobrigida ad organizzare il matrimonio per procura"

Ancora un altro colpo di scena nell'intricata faccenda di Gina Lollobrigida, i suoi mobili sequestrati sarebbero stati in realtà bloccati dall'amministratore straordinario dell'attrice, prima di essere messi all'astra, e sulla storia del matrimonio, parla Pilar, la donna che sposò per procura Javier Rigau

Come fosse una telenovela senza fine, anche la vicenda di Gina Lollobrigida ogni settimana riserva sorprese e scoop come quello di questa sera a Live non è la D’Urso che vede Pilar la donna che a Barcellona era all’altare a sposare Javier Rigau al posto di Gina Lollobrigida per procura. In collegamento a casa di Javier Rigau, smentisce quello che la Lollobrigida aveva dichiarato durante il processo per la denuncia fatta a Rigau di averla sposata a sua insaputa .

La Lollobrigida ha sempre ha negato di conoscere Pilar, ma la donna racconta: "Fu proprio Gina a chiedermi di sposare Rigau, è stata lei a organizzare il matrimonio perché era stanca dei giornalisti e decise di organizzare il tutto e infatti lei è stata a mandare i documenti necessari per fare in modo che fossi io a sposare per procura il signor Rigau. Ora non so se lei sti ancora bene con la testa, ma noi ci conosciamo da più di trent'anni"

Pilar mostra la splendida collana di smeraldi che Gina le disse di indossare il giorno del matrimonio affinché un pezzo di lei potesse essere presente e la facesse sembrare più vicina a Javier . Durante il programma “Un giorno in pretura” invece, Gina racconta un’altra storia, ovvero quella che questa signora era un’ammiratrice e che si è avvicinata a lei proprio con questa scusa, inoltre pensando che si trattasse del cognome della donna, nel foglio firmato aveva scritto procuratrice.

A supportare la tesi, anche il figlio di Gina Lollobrigida, che racconta, sempre nel programma di Rai 3 che fu proprio la madre a dirgli che voleva sposare Javier, e che un giorno aprendo per sbaglio una lettera scoprì che da una delle società dell’attrice erano stati prelevati dei soldi usati poi per l’acquisto di una macchina extralusso, e proprio per quel motivo aveva cominciato a preoccuparsi, chiedendo che qualcuno superpartes potesse gestire il patrimonio della madre.

Ma il colpo si scena arriva quando si parla del recente sequestro dei mobili dell’attrice avvenuto qualche giorno fa, cosa questa che avrebbe molto amareggiato l’attrice. In realtà, secondo le parole Javier, i mobili erano già stati messi in vendita in un’asta, e bloccati all’ultimo momento dall’amministratore di sostegno prima che questi venissero venduti, proprio per tutelare Gina e il suo patrimonio.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.