Rebecca English svela: "Harry ha sempre voluto scappare ma nel 2018 qualcosa è cambiato"

La corrispondente reale del Daily Mail ha accompagnato per anni il duca di Sussex in giro per il mondo e oggi svela quanto fosse generoso e caloroso e il momento in cui ha visto cambiare la sua personalità

Divertente, sensibile, onesto ed empatico con gli altri, così Rebecca English descrive il principe Harry nel suo editoriale sul Daily Mail. La corrispondente reale del quotidiano britannico ha trascorso gli ultimi 15 anni al fianco del duca di Sussex, scoprendone lati del carattere e sfaccettature che molti non conoscono. E’ proprio la giornalista inglese, attraverso il suo articolo, a svelare cosa volesse da sempre Harry cioè "andarsene lontano" e "sapere cosa dicono di lui le persone". Ma confessa anche di aver capito il momento esatto in cui lui è cambiato.

Rebecca English ha esordito come corrispondente reale nel 2006 e al fianco del principe Harry ha compiuto numerosi viaggi in tutto il mondo. Insieme hanno condiviso tempo e momenti in cui lei ha potuto approfondire la conoscenza con il rampollo dei Windsor, che mai si è dimostrato diverso da quello che è sempre stato (e ha sempre mostrato): "Harry non ha mai indossato facilmente il manto della regalità. Ha sempre voluto essere uno dei tanti ragazzi. Ma il suo voler solo essere normale non era vicino alla stessa normalità che tutti noi pensiamo. Voleva vivere la sua vita molto privilegiata senza l'irritazione del pubblico e senza il controllo della stampa".

La English racconta di un Harry scherzoso e accogliente ma spiega anche: "Questo non significava che gli piacesse o che volesse essere dov’era". Il desiderio di Harry di andarsene lontano da oneri e doveri della famiglia reale è sempre stato forte: "Diverse volte durante i nostri viaggi in giro per il mondo mi ha parlato di come avrebbe voluto andarsene da tutto. Prima dell’arrivo di Meghan il suo più grande desiderio era andare a vivere in Africa e fare la guida turistica, per poter andare nei boschi, lontano da tutto”.

Il problema principale del duca di Sussex è sempre stata l’attenzione morbosa riservatagli dai tabloid. Con i media e con ciò che scrivevano di lui era maniacale, attento a leggere ogni articolo lo riguardasse e negli ultimi anni "aveva persino iniziato a frugare articoli online e i commenti sottostanti", confessa la reporter. Una situazione difficile e negativa come ammette la English: "Non era salutare per lui, che però mi diceva: ‘Se si dice di me, allora voglio saperlo. Un giorno mi piacerebbe davvero avere la mia rubrica di giornali in modo da poter scrivere la verità e dire alla gente cosa penso'".

A toccare profondamente la corrispondente reale del Daily Mail è stata l’intelligenza emotiva di Harry: "Rara nella famiglia reale. Lavorando con lui in prima persona, non ho mai smesso di meravigliarmi della sua istintiva capacità di connettersi con le persone. Anche con la mia vicenda personale". La English ha poi raccontato di un fatto personale, il ricovero del figlio per una patologia sconosciuta e del suo doppio ruolo, di madre e cronista difficile da portare avanti ma pur sempre fatto con professionalità. Una cosa di cui si era accorto Harry, che l’aveva elogiata in una telefonata notturna inattesa. "Sei stata incredibilmente professionale - le aveva detto lui al telefono - in quell’ospedale nel tuo lavoro, non so come fai a farlo come madre. Lo trovo abbastanza difficile, figuriamoci come genitore per quello che stai passando".

Questa umanità, questa voglia di relazionarsi con gli altri è però svanita con l’arrivo di Meghan Markle: "Quattro mesi dopo incontrò la sua futura moglie. Da allora abbiamo appena scambiato una parola. Quando mi sono congratulata con lui per l'arrivo del piccolo Archie, mentre facevamo il tour dell'Australia nel 2018, mi fece appena un accenno. Ma benché Meghan sia stata la miccia degli eventi recenti, Harry è stato in grado di allontanarsi dalla famiglia reale da solo. È davvero saggio divorziare in modo così acuto dall'unica famiglia che capirà mai veramente le pressioni a cui sei sottoposto?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

apostata

Sab, 18/01/2020 - 17:40

La prova del dna sarebbe la prova della verita'.

Ritratto di Lucio Flaiano

Lucio Flaiano

Sab, 18/01/2020 - 22:44

Harryvederci, fanciullone. Vai dove ti manda Beppe Grillo. Sorry, Duke.

gianf54

Dom, 19/01/2020 - 07:37

Probabilmente, in seguito, sarebbe ritornato a casa. Adesso, però, non ci scommetterei...