Red Ronnie inchioda le sardine: "Siamo noi ad essere stati invasi. Salvini combatte lo straniero"

Il conduttore musicale, fondatore del mitico "Roxy bar", si schiera contro chi intona ritornelli come slogan politici senza pensare al senso delle parole

"In Italia siamo abituati a intonare i ritornelli senza pensare", Red Ronnie è un fiume in piena nell'intervista rilasciata al quotidiano "La Verità", dove ha sottolineato come il ruolo della musica nella politica sia sempre più distorto. Il conduttore e critico musicale, creatore del mitico "Roxy Bar", non si è risparmiato, parlando apertamente del movimento delle Sardine e dell'attuale fase politica che il nostro Paese sta vivendo, invitando tutti a riflettere bene prima di intonare motivetti e ritornelli. “Abbiamo il dovere di comprendere i testi che cantiamo - ha spiegato Red Ronnie nell'intervista -. Non ha senso cantare Bella ciao per contestare Matteo Salvini. Il testo recita: "Una mattina mi son svegliato, e ho trovato l'invasor". L'invasore non è Salvini. Anzi, Salvini semmai combatte le nuove invasioni".

Le stesse parole che il conduttore radiofonico 68enne aveva espresso, poche sere fa, nel corso dell'ospitata a "Stasera Italia" su Rete Quattro. Già in quell'occasione Red Ronnie aveva criticato il popolo di "Bella Ciao": "Assistiamo a un'invasione culturale ai nostri danni, di quelli che considerano il crocifisso nelle scuole come un'offesa alle sensibilità altrui. Siamo vittime di un'invasione economica, quando lasciamo che poteri stranieri comprino a mani basse aziende italiane. Un'invasione alimentare, quando ci vengono imposti cibi che arrivano dall' altra parte del mondo, fuori dalle regole. Questi sono i veri invasori. Quando poi sento cantare Bella ciao dai commissari europei, allora lì mi metto direttamente a ridere".

Red Ronnie, che sulle pagine de "La Verità" ha confessato di rimanere un anarchico, il cui "manifesto politico è Imagine di John Lennon", ha proseguito l'intervista difendendo Matteo Salvini, rilanciando il paragone con Vasco Rossi: "Sembra che ogni azione politica venga compiuta in funzione di combatterlo. Lo stesso governo è nato con l'obiettivo di impedire le elezioni, che con buona probabilità sarebbero state vinte dalla Lega. O sbaglio? Condannare Salvini perché è andato a torso nudo al Papeete, non va bene. È lo stesso atteggiamento di chi all' inizio attaccava Vasco Rossi, definendolo "un animale"".

E sul tema caldo delle Sardine, il conduttore radiofonico non si trattiene: "Sono già anziani. Mi danno l'impressione, questi ragazzi, di essere strumentalizzati. Gestiti da altri, sopra di loro. Patti Smith li appoggia? Io la Smith la conosco bene. Questi artisti stranieri si lasciano spesso irretire da ciò che leggono sul nostro Paese. Non approfondiscono, peccano di superficialità". Per Red Ronnie il presente e il futuro politico è una parodia della musica moderna: "Con una gigantesca operazione di marketing, hanno sostituito gli eroi del passato con Paris Hilton e i trapper, quelli che parlano solo di stronzate, lusso e macchinoni. Tutto per addormentare le coscienze. Questo vale anche per l'Italia, che ha smarrito i suoi storici cantautori".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Lun, 16/12/2019 - 14:24

...Grande Ron sono d'accordo !!!

aswini

Lun, 16/12/2019 - 14:29

combatte l'invasore, come l'hanno comabttuto i nostri nonni sul piave, e i nostri padri, se non mi sbaglio la canzone dlepiave diceva "non passa lo straniero"

Bodrus

Lun, 16/12/2019 - 14:58

bravo Red Ronnie , qua bisogna rivalutare gli anarchici che hanno sale in zucca...

lento

Lun, 16/12/2019 - 15:19

cantano senza conoscere il testo. che tristezza. ruspa ruspa. ruspa lo straniero invasore e i pesci d'aprile.

old_nickname

Lun, 16/12/2019 - 16:12

Cos'è, devo rivalutare Red Ronnie?

Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Lun, 16/12/2019 - 16:49

Grande Red Ronnie!

caren

Lun, 16/12/2019 - 17:22

Ciò che dice Red Ronny, è la normalità per persone ragionevoli e che hanno buon senso e spirito di osservazione, ma senza lasciarsi trascinare dalle mode, ad esempio le sardine, che fanno presa solo sugli allocchi, e non ultimo, avere un pensiero libero ed indipendente, difficilmente condizionabile dalle varianti spettacolari.

occhiotv

Lun, 16/12/2019 - 17:24

Prima o poi "le sardine" andranno.......fritte

linea56

Lun, 16/12/2019 - 18:55

L'ho sempre apprezzato per le sue conoscenze musicali ma mi ha positivamente sorpreso il non essere schierato con quello ammasso di nullita' sinistrate.Grande Red Giuseppe

Ritratto di Florentia1963

Florentia1963

Lun, 16/12/2019 - 19:10

È così semplice che doverlo leggere dà idea della demenza della sinistra dove storicamente il senso dello Stato non esiste.

Lanfr

Lun, 16/12/2019 - 19:22

Ma come si fa a confondere l'invasore nazista di Bella Ciao con qualche gruppo di disperati bisognosi di tutto che chiedono solo aiuto ? Non ne posso più di queste intollerabili mistificazioni che appaiono, per fortuna, solo su certa stampa

d'annunzianof

Lun, 16/12/2019 - 20:13

Questo e` troppo sveglio per essere un anarchico. Da come parla e` definitivamente un realista

marcs

Lun, 16/12/2019 - 21:58

Eccone un altro che vede inesistenti invasioni. Già capisce poco di musica, figuriamoci se capisce qualcosa di fenomeni migratori….Su Ronnie continua a dormire e non rompere gli zebedei.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 16/12/2019 - 22:03

Lanfr, cooome la capisco, o panzerdivision o non è invasione. Anche in Kosovo gli albanesi bisognosi sono entrati chiagnendo e poi hanno fottuto i serbi cacciati dalle loro case. Svegliarsi, anima bella.

electric

Mar, 17/12/2019 - 06:20

Lanfr e Marc's, voi non vedete al di là del vostro naso. Vi hanno riempito la testolina con le storie pietose di poveri disperati che sfuggono a persecuzioni e a morte certa. Poi si va a scoprire che tanto poveri non sono, potendosi permettere cifre elevatissime per il viaggio e arrivando in Italia ben vestiti e cellulari di ultima generazione. Ormai in Italia il mercato della droga, della prostituzione e della malavita è gestito da questi cosiddetti 'disperati'. Ben diversa la situazione dei filippini, dei mauriziani, ecc. I quali hanno sempre dato esempio di laboriosità