Cultura e Spettacoli

La Regina Elisabetta diventa una serie tv

Netflix sta girando la serie "The Crown", che sarà disponibile il prossimo anno. Budget milionario: 140 milioni di euro. Previste sei stagioni

La Regina Elisabetta diventa una serie tv

Ormai Netflix ci ha preso gusto. La società statunitense che offre ai propri abbonati film e telefim on demand, dopo il successo di House of Cards ha deciso di puntare su "The Crown", una nuova mega serie di cui probabilmente sentiremo molto parlare. Incentrata sulla vita della regina Elisabetta II, è in fase di produzione e sarà disponibile sulla piattaforma online l’anno prossimo. Per Netflix si tratta già di un record, visto che nel progetto ha investito nel progetto ben 140 milioni di euro. Secondo il Daily Telegraph, sono previsti 60 episodi, suddivisi in sei stagioni, che copriranno la vita della sovrana britannica dal giorno del matrimonio nel 1947 fino ad oggi.

La serie è definita come "la vera storia di due dei più famosi indirizzi del mondo - Buckingham Palace e il numero 10 di Downing Street". Il programma si ispira infatti all’acclamata produzione teatrale "The Audience", che ha avuto nella parte della sovrana Helen Mirren e mette in scena le conversazioni private di Elisabetta II coi suoi primi ministri durante i 60 anni di regno.

Si conosce il nome della protagonista femminile che interpreterà la regina nelle prime due stagioni di "The Crown": si tratta di Claire Foy, che ha recitato al fianco di Nicolas Cage in "L’ultimo dei Templari". In questi giorni vengono girate in Inghilterra le scene del matrimonio in cui Elisabetta si unì al principe Filippo: come set è stata scelta la cattedrale di Ely che ricorda l’abbazia di Westminster, dove si celebrarono le nozze.

Commenti