Dal McDonald’s ai quadri trafugati: gli scheletri nell'armadio della Regina

Il principe William, per ordine della regina Elisabetta, dovrà compiere un passo decisivo e perdonare Harry, benché non ne sia convinto

Dal McDonald’s ai quadri trafugati: gli scheletri nell'armadio della Regina

Quanto conosciamo la regina Elisabetta? Le montagne di biografie scritte su di lei non completano mai il puzzle della sua personalità. C’è sempre un pezzo mancante. Proprio il tassello che ci fa scoprire una sovrana proprietaria di un McDonald’s, sempre pronta a scherzare, a prendere e a prendersi in giro, forse non troppo dispiaciuta all’idea di dimenticarsi, almeno per qualche secondo, di essere Sua Maestà britannica. Gelosa delle sue amate scatole di cioccolatini, pronta a redarguire persino una spendacciona Regina Madre, la regina Elisabetta è entrata nell’immortalità da viva, privilegio di pochissimi.

Il principe riluttante. William costretto a perdonare Harry in nome della Corona

Ma lui non ne sarebbe affatto contento. Secondo l’esperto Charlie Rae, però, non potrebbe tirarsi indietro. Ordini della regina Elisabetta. Un insider ha rivelato al People che Sua Maestà “deve sentirsi veramente sola”, poiché il peso dello scandalo conseguente all’intervista dei Sussex è ricaduto sulle sue spalle. Non può confidarsi nemmeno con Filippo, troppo debole per essere informato della reale portata dell’intervista dei Sussex. Dunque William, giovane e forte, è l’unica consolazione di Sua Maestà, che conterebbe su di lui per condividere il suo fardello. Neppure Carlo, chiuso in se stesso e amareggiato per il comportamento del figlio, riuscirebbe ad aiutarla. C’è solo un piccolo problema: il principe William non si fiderebbe più del fratello, temendo che, qualunque cosa gli dica in privato, possa finire sui giornali. La premessa è sconfortante ma una cosa è certa: il duca di Cambridge, ancora una volta, rispetterà il suo dovere verso la Corona.

La regina Elisabetta proprietaria di un McDonald’s?

Ebbene sì. Strano ma vero. A soli 130 chilometri da Londra, nell’Oxfordshire, Sua Maestà possiede un terreno su cui si trova un centro commerciale, il Banbury Gateway Shopping Park, che ospita un McDonad’s di livello superiore a tutti gli altri che vediamo in giro. La qualità e la varietà del cibo, il gusto negli arredi, il servizio al tavolo, gli “optional” come la possibilità di ricaricare il cellulare a prese wireless, ne fanno un gioiellino della ristorazione. Pare che la Regina non abbia mai messo piede in nessun McDonald’s del globo terracqueo però, tanto per rimanere in tema, va matta per le patatine fritte. Nota per i più pragmatici: non conosciamo esattamente il valore del ristorante, però sappiamo che fa parte di un vero e proprio impero di proprietà regali dal valore totale di 13 miliardi di sterline (15miliardi di euro).

La Regina proprietaria di quadri trafugati?

La royal family lo ha smentito categoricamente, ma lo scandalo è già scoppiato. Lo scorso 25 marzo il Guardian ha riportato una storia curiosa: la polizia avrebbe dovuto perquisire delle proprietà private di Elisabetta, alla ricerca di presunti manufatti rubati. Alle forze dell’ordine, però, sarebbe stato sbarrato l’ingresso. Nessuno può perquisire un’abitazione di Sua Maestà. La legge sulla tutela dei beni culturali del mondo presenta, infatti, un’esenzione studiata appositamente per la sovrana dal Dipartimento per il digitale, la cultura, i media e lo sport. Perché un tale favoritismo? Nessuno lo sa, però non è tanto assurdo che le residenze reali siano così impermeabili al mondo esterno. Che ciò sia giusto o sbagliato è un altro discorso.

Quel che ancora non sapevamo sulla regina Elisabetta

Ce lo racconta Pamela Hicks, cugina del principe Filippo, nel programma di ITV “My Years With The Queen”. Lady Pamela ha vissuto molti dei momenti cruciali della vita di Lilbet e dalle sue rivelazioni vengono fuori aneddoti simpatici. Una volta, durante un tour in Australia, un gruppo di turisti si avvicinò a Elisabetta e le chiese se avesse visto…la Regina! Sua Maestà rispose: “Sì, l’ho vista. È andata da quella parte” e indicò un punto imprecisato all’orizzonte, da attrice consumata. Lilibet, di carattere parsimonioso, si permise perfino di rimproverare la Regina Madre per aver acquistato troppi vestiti. Però qualche piccolo vizio ce l’ha anche lei. Un esempio? Ama da morire i cioccolatini, conservati gelosamente nelle stanze private del Palazzo. Pensiamo di conoscere la regina Elisabetta, ma è un’illusione. C’è sempre qualcosa che sfugge. Lilibet va oltre le definizioni.

Commenti